Settegiorni del 14 marzo 2019

Settegiorni del 14 marzo 2019

Il non essere di Carpi rappresenta oppure no  un limite per uno che si candida a Sindaco della  città? Il rovello ha cominciato a prender forma prima  e dopo la presentazione della candidata del  centro destra che, invitata a ribattere, ha spiegato,  giustamente, che “dormire a Novi”, essendo nata  e lavorando a Carpi, non dovrebbe rappresentare  un ostacolo all’esercizio delle proprie ambizioni  politiche. Prima che il dibattito degeneri nella ricerca  di natali in remoti reparti di Ostetricia al  solo fine di legittimare o delegittimare questo o  quel candidato, occorre precisare – per quel che ci  riguarda – che il riferimento al possesso del quid  carpigiano nulla ha a che fare con culle e incubatrici,  né con il luogo di esercizio della professione.  C’entrano, piuttosto, la dimestichezza con la città,  l’essere stati partecipi della sua vita pubblica  e l’aver comunicato qualche straccio d’opinione  in proposito, prima di essere chiamati a farlo per  dovere di candidatura. E senza che al primo aprir  bocca del candidato la gente si guardi in faccia a  chiedersi “Ma questo, dov’è stato finora?”.  

È esattamente l’espressione che si stampò sulle  facce di molti Novesi nel giugno 2017, quando nel  neo eletto Consiglio comunale prese la parola tale  Mario Enrico Rossi Barattini, catapultato dalla  Lega a Novi per imperscrutabili esigenze di equilibri  di coalizione. Si dimise nove mesi dopo, senza  aver partorito un solo intervento.  

Spiccioli di cronaca. Manifestazione degli studenti  delle superiori contro la riforma dell’esame  di maturità. Uno di loro commenta soddisfatto:  “Anche il Sindaco ci ha dato ragione”. Attento, ragazzo,  verrebbe da dirgli: è un periodo, questo, in  cui il Sindaco deve dare ragione a tutti.  Relazione al progetto per il nuovo centro visitatori  del campo di Fossoli, pagina 3: “L’intervento  consiste nella demolizione in toto o in parte della  Baracca ricostruita”. Sì, proprio quella del 2004.  Avranno tutte le ragioni per farlo, i progettisti: ma  ha del surreale che si cominci una costruzione demolendo  l’unica cosa in piedi nell’ex Campo. 

155 visualizzazioni