Rugby

Il ritorno dei giovani Falchi

Dopo oltre un anno tornano le partite, seppur non ufficiali

Dopo ben quindici mesi di stop forzato, sabato 5 giugno è stato il giorno del ritorno in campo per i Falchetti del Rugby Carpi. Con il campionato di C2 rinviato e la prima squadra biancorossa quindi senza impegni ufficiali, è toccato alle formazioni Under 14 e Under 18 rivivere l’emozione del campo, pur in occasione di incontri non ufficiali. Il club biancorosso ha infatti organizzato una serie di gare amichevoli per far riassaporare il clima della partita ai giovani Falchi e il ritorno in campo è stato un momento molto emozionante non solo per i giocatori, ma per tutta la società presieduta da Stefano Bolognesi

Dopo 468 giorni, l’U18 di Bolognesi e Jensen ha potuto rivivere l'emozione completa del rugby anche grazie alla presenza del pubblico in tribuna a Colorno, dove il 52-17 per i padroni di casa è stato segnato dalle mete carpigiane di Filippo Pettenati e Simone Branca, più le trasformazioni e un calcio di punizione di Filippo Bolognesi.

Niente pubblico invece per l’U14, a causa del cantiere non ancora ultimato della nuova tribuna dello stadio del rugby di via Nuova Ponente, dove i ragazzi di Berti, Ganzerli e Pettenati non si sono lasciati intimorire e hanno mostrato le proprie qualità contro Bologna, che si è però imposto nettamente.