Calcio: Carpi, undici metri ancora fatali

Biancorossi sconfitti 3-1 a Brescia dalla capolista

Calcio: Carpi, undici metri ancora fatali

Sul 2-1, Arrighini fallisce il rigore del possibile 2-2. E' il terzo errore su 4 tentativi di squadra

BRESCIA - Forse non sarebbe bastato comunque, ma il terzo rigore fallito sui quattro calciati in questo campionato costa al Carpi un bel pezzo della partita sul campo del Brescia capolista. Dopo essere andati sotto 1-0 su rigore segnato dal capocannoniere del torneo Donnarumma, aver pareggiato con Rolando di testa e essere tornati sotto per un gol di Ndoj, i biancorossi hanno avuto l'occasione di impattare sul 2-2 prima dell'intervallo ma Alfonso (che già parò un rigore a Jelenic all'andata) ha ipnotizzato Arrighini. E così, dopo una ripresa equilibrata, nel finale è arrivato il 3-1 a condannare definitivamente il Carpi a un'altra sconfitta.

I ragazzi di Castori, che nel dopogara ha sottolineato sia gli errori da eliminare che la buona prestazione dei suoi, sono stati protagonisti di una partita giocata all'altezza con la prima della classe, ma ancora una volta pagano caro alcune distrazioni difensive. Sono infatti i troppi gol subiti che stanno condannando i biancorossi a un campionato di sofferenza: stasera sono stati un'ingenuità di Rolando in occasione del rigore subito, un buco di Pachonik sul 2-1 e un errore di Sabbione sul 3-1 a condannare una squadra che dopo il mercato invernale sta mostrando passi avanti incoraggianti dal punto di vista del gioco (molto bene in mezzo al campo Vitale e Coulibaly) ma continua a commettere troppi errori difensivi per poter svoltare.

BRESCIA-CARPI 3-1

Reti: 18’ rig. e 46'st Donnarumma, 22’ Rolando, 37’ Ndoj

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso, Sabelli, Romagnoli, Cistana, Martella; Ndoj (26’st Dessena), Tonali, Bisoli; Spalek (32’st Tremolada); Donnarumma, Torregrossa (40’st Gastaldello).

A disposizione: Andrenacci, Martinelli, Curcio, Rodriguez, Morosini.

Allenatore: Corini

CARPI (4-1-4-1): Piscitelli, Pachonik (5’st Mustacchio), Sabbione, Poli, Pezzi; Vitale; Rolando, Coulibaly, Jelenic, Marsura (15’st Concas); Arrighini (28’st Cissè).

A disposizione: Serraiocco, Sambo, Marcjanik, Buongiorno, Romairone, Pasciuti, Di Noia, Kresic.

Allenatore: Castori

Arbitro: Illuzzi di Molfetta, assistenti Sechi di Sassari e Bercigli di Valdarno, quarto ufficiale Minelli di Varese

Note: Alfonso para un rigore ad Arrighini al 40’ pt; ammoniti Marsura, Pezzi, Tonali

192 visualizzazioni