Un tuffo nostalgico nel look degli Ottanta

Reportage della fotografa Francesca Terenziani

Un tuffo nostalgico nel look degli Ottanta

Dice di avere ricordi nitidissimi di quegli anni, nonostante fosse soltanto una bambina, e di provarne una nostalgia infinita. Così ha pensato di far rivivere, attraverso il suo obiettivo e con la collaborazione di alcuni amici che invece quel periodo lo hanno vissuto appieno, la magia e l’effervescenza degli anni Ottanta. Il progetto Vintage 80 nasce da un’idea della fotografa carpigiana Francesca Terenziani, classe 1981, e sarà presentato nella serata di venerdì 10 gennaio alla discoteca Matterello di Rubiera. Questo progetto consiste in una serie di scatti fotografici realizzati lo scorso ottobre negli spazi del Cenerentola. Protagonisti dello shooting, sei ex modelle e un ex modello professionisti, per la maggior parte carpigiani, di età compresa tra i 40 e i 57 anni: Claudio Baldazzi, Tatiana Naselli, Sonia Turci, Stefania Venturelli, Marsella Chirubino, Maurizia Veronesi e Stefania Soragni. Francesca Terenziani li ha ritratti negli spazi del Cenerentola di Rubiera, locale di riferimento degli anni Ottanta – che oggi è suddiviso in due spazi distinti con destinazioni diverse: Matterello e Cenerentola – pettinati, truccati e abbigliati secondo la moda dell’epoca. «Siccome ho avuto l’enorme fortuna di conoscere ex modelle e modelli professionisti, ho pensato di coinvolgerli in questo progetto, a me tanto caro – spiega la fotografa –, di far rivivere loro quegli anni meravigliosi, e di poterli vedere io, con i miei occhi, posare per me. Sono rimasta molto attaccata a quella stagione perché c’era tanto benessere, si respirava voglia di vivere ed energia, i portici del centro di Carpi erano sempre pieni di gente». 

Anche la sua fotografia ha qualcosa di retrò, ricorda un po’ quella analogica degli anni Ottanta con i colori molto carichi e accesi. Dopo aver lavorato per 12 anni come ragioniera, nel 2016 Francesca ha deciso di dedicarsi alla sua più grande passione, diventando fotografa professionista e iniziando a lavorare nello studio del compagno Enrico Pignatti dove si occupa prevalentemente di moda. Nel frattempo ha partecipato a diversi corsi di fotografia, alcuni condotti da Giovanni Gastel, uno dei più famosi fotografi di moda al mondo, nonché sua costante fonte di ispirazione. Il primo ad aderire a questo simpatico revival è stato Claudio Baldazzi, che a 40 anni, smessi i panni di modello, ha avviato due attività, una nel sociale e l’altra come giardiniere (il suo giardino a Moglia è considerato uno dei giardini privati più belli d’Italia, ndr). «Di solito non piace guardare al passato e non sono per niente nostalgico – racconta –. Ma la proposta di Francesca era troppo allettante e così ho contattato alcune mie ex colleghe modelle e Luca Guidi, un collezionista di moda vintage di Quistello che ci ha fornito gli abiti per il servizio fotografico. E’ stata una giornata splendida, un bel tuffo nel passato, ma soprattutto ci siamo divertiti un sacco». Con il sottofondo delle musiche di Duran Duran, Spandau Ballet, Eurythmics, A-ha, Talk Talk, Baldazzi e le altre sei modelle hanno posato con ironia tra le colonne barocche della discoteca o nell’angolo bar dei divanetti, rievocando un’epoca e solleticando i ricordi di chi l’ha vissuta: maniche a sbuffo, spalle imbottite, gonne a palloncino, trucco vistoso, permanenti e ciuffi laccati. 

«Sembrava di essere nel 1985 – afferma sorridendo Francesca –. Per me è stato davvero un sogno poter ricreare la magica atmosfera di quegli anni. Mi piacerebbe portare in giro questo progetto, far emozionare chi ha vissuto quell’epoca d’oro e farla conoscere anche ai più giovani». La serata di venerdì al Matterello inizierà alle 21 con la cena per proseguire, dopo le 23, con la presentazione di Vintage 80 e la proiezione di video e immagini del backstage dello shooting. «E poi – conclude la fotografa carpigiana – le mie foto dimostrano che si può essere belli a tutte le età, non soltanto a 20 anni. Tra l’altro quello delle modelle e dei modelli over 40 è un fenomeno sempre più diffuso: esistono diverse agenzie specializzate, anche in Italia». 

548 visualizzazioni