Premiati da Cna gli associati da oltre 40 anni. E Sebastiano Barisoni critica la politica di oggi

Premiati da Cna gli associati da oltre 40 anni. E Sebastiano Barisoni critica la politica di oggi

Un'ottantina di imprese, fra piccole aziende, laboratori, botteghe artigiane hanno ricevuto giovedì sera altrettante targhe d'onore per la fedeltà associativa, riservate alle attività associate a Cna da oltre quarant'anni. A rappresentare il fitto tessuto produttivo locale c'erano acconciatori e parrucchiere, raggruppati nella dicitura dei “servizi alla persona” al pari dei laboratori odontotecnici, tutte le numerose modulazioni del settore tessile e dell'abbigliamento, con abbondanza di laboratori conto terzi per continuare con l'esercito degli idraulici, elettricisti, meccanici, carpentieri, tornitori, pavimentatori, impiantisti, autocarrozzieri e autoriparatori.

Oltre che dall'anzianità associativa, le diverse aziende avevano in comune, in molti casi, il superamento di passaggi generazionali, visto che molte di esse erano rappresentate da figli e nipoti o soci giovani dei rispettivi fondatori. Un altro tratto in comune era quello di costituire tutte insieme una notevole risorsa in termini di occupazione, di distribuzione di reddito e, in diversi casi, di apertura all'innovazione, alla ricerca e allo sviluppo. A premiare sul palco c'erano, insieme al Sindaco e alla sua vice, Stefania Gasparini, la presidente di area di Cna, Tamara Gualandi, il presidente provinciale dell'Associazione, Claudio Medici, e il segretario provinciale, Alberto Papotti.

La tavola rotonda che ha chiuso la serata, ospitata sempre all'auditorium San Rocco, ha visto la partecipazione di Sebastiano Barisoni, vice direttore esecutivo di Radio 24, che con una passione e un vigore insoliti ha spaziato sui temi economici del momento – dal Mes alla legge di bilancio, dalla tassazione su plastica e bevande zuccherate a reddito di cittadinanza e quota cento – senza risparmiare critiche a una politica da social che sembra indirizzata solo a riscuotere immediati consensi elettorali e non a governare davvero il Paese.

 

 

443 visualizzazioni