Vernissage a palazzo vescovile

La Madonna Assunta restaurata in mostra

Vernissage a palazzo vescovile

Pubblico delle grandi occasioni oggi a palazzo vescovile per il vernissage della mostra documentaria sul restauro della preziosa statua lignea cinquecentesca della Madonna Assunta patrona della Cattedrale e della Chiesa di Carpi.

Monsignor Francesco Cavina, vescovo di Carpi, ha aperto le porte dell'episcopio nelle cui sale di rappresentanza è stata allestita un bel percorso artistico che si snoda al piano nobile fra gli arredi sacri qui raccolti per l'occasione. Il clow della mostra (intitolata "L'occhio svelato", è proprio lei, la Madonna Assunta, statua lignea scolpita nel cinquecento dal carpigiano Gaspare Cibelli a Parigi per volere di Alberto III Pio e da cinque secoli simbolo della comunità carpigiana.

A salutare l'apertura della mostra, che rimane aperta al pubblico tutti i sabati sino al prossimo 8 dicembre, quando la statua della Madonna sarà riportata in cattedrale, c'erano le autorità religiose, civili e militari della città, con in testa il sindaco Alberto Bellelli, nonchè le rappresentanze dei club e delle associazioni che hanno consentito il laborioso restauro della statua curato dalla Soprintendenza ai monumenti e dallo studio Alchimia e che cureranno l'accompagnamento del percorso di visita dei carpgiani: il Rotary Club Carpi, il Lions Club Alberto Pio e il Lions Club Carpi Host, l'Anioc e l'Unitalsi.

"E' un volto nuovo della Madonna - ha detto il vescovo inaugurando l'iniziativa - quello che i restauratori hanno pazientemente riportato alla luce". L'opera di restauro è sintetizzata anche in un video di circa otto minuti che i visitatori potranno visionare lungo il percorso della rassegna che rimarrà aperta tutti i sabati dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

824 visualizzazioni