Tiziano Vignaroli, titolare de La Stazione del Gusto: ''Un decreto che ci penalizza: questa sera non chiudo''

Stop per bar e ristoranti alle 18. Entrano in vigore a partire da oggi e saranno valide fino al 24 novembre le misure anti Covid più restrittive per cercare di ridurre la nuova ondata di contagi. Le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), saranno consentite dalle 5 del mattino fino alle 18 del pomeriggio e il consumo al tavolo sarà consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le 18 sarà vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Una misura drastica, che mette in difficoltà un ampio settore commerciale, e che già da ieri ha fatto molto parlare. A Carpi, a farsi portavoce fin da subito del disagio della categoria, Tiziano Vignaroli, titolare de La Stazione del Gusto, che ha deciso di non chiudere alle 18, oggi. «Rimango aperto per protesta, questa sera – afferma -. Una protesta simbolica, le persone sedute non avranno cibo da consumare, ma pur sempre un modo per dire che non è giusto che chi dopo il lockdown ha rispettato le regole, peraltro spendendo tanti soldi, oggi paghi esattamente come chi non ha mai fatto quello che avrebbe dovuto. Ieri ho condiviso questi miei pensieri con alcuni organi istituzionali – il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il nostro sindaco Alberto Bellelli - anche per avvisare di quello che faremo oggi, dal momento che riteniamo giusto che chi di dovere sappia cosa sta succedendo. La situazione a Carpi non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella di Milano: sarebbe giusto dare la possibilità alle Regioni di scegliere ognuna per sé e ai Comuni di valutare caso per caso chi non si adegua alle norme». Una iniziativa, quella di non chiudere alle 18, cui aderirà anche Stefano Facciolo, titolare dei Laghi Anna.

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€