Dagli Usa per imparare dall'Endocrinologia del Ramazzini. Le esequie di Francesco Marchi. Lo struggente commiato di Gianni Morselli

La visita all'Unità di Endocrinologia dell'Ausl di Modena diretta da Giampaolo Papi da parte di un illustre specialista statunitense per studiare la tecnologia della termoablazione dei noduli tiroidei si prende l'apertura della Gazzetta di oggi. Come già riferito ieri, si tratta dal professor Ricardo Paz-Fumagalli, radiologo di fama internazionale che lavora alla Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida. Ha scelto l'Unità diretta da Papi per gli ottimi risultati ottenuti nelle procedure di termoablazione dei noduli con laser che hanno evitato a decine di pazienti di dover ricorrere all'asportazione chirurgica della tiroide. Una visita, dunque, sottolinea il quotidiano, che è anche un riconoscimento all'ottimo lavoro svolto dall'équipe del dottor Papi.

 

 

Sulla pagina della Bassa della Gazzetta e su quella di Carpi del Carlino viene dato poi grande risalto alle esequie del giovane Francesco Marchi, deceduto per una caduta accidentale dal balcone di casa, a Carpi, dove risiedeva con la famiglia. La partecipazione commossa di una folla calcolata in diverse centinaia di persone al funerale di ieri mattina a Novi, paese d'origine del trentenne da tanti conosciuto come "Frenk”, è la testimonianza di quanto fosse amato e stimato il giovane, noto anche come sportivo avendo giocato in diverse formazioni calcistiche della zona.

 

 

Di spalla la Gazzetta riporta la notizia della scomparsa di Gianni Morselli, storico commerciante del centro, titolare de La Pelletteria di corso Roma: un negozio che la sua simpatia, il suo humour e la sua generosa disposizione ai rapporti umani diventava anche un luogo di incontro e discussioni fra amici, uno degli ultimi della “vecchia” Carpi. Una testimonianza del suo carattere è anche lo struggente comunicato affidato al proprio profilo social nella consapevolezza della fine imminente: sono parole di un uomo coraggioso che, nel rivolgere un pensiero alla moglie, raccomanda a tutti di coltivarli, gli affetti, perché non si sa mai che cosa possa riservare un giorno qualunque della propria esistenza.