Asporto: Regione contro Governo. Per bar e ristoranti, ristori per 21 milioni. E a Carpi si prepara la protesta di #ioapro

C'è un conflitto Provincia di Modena Regione sulla riapertura delle scuole, ed è una novità. Ma ce n'è uno anche tra Regione e Stato sull'aporto che rientra invece nel solito contenzioso al quale stiamo assistendo dall'inizio della pandemia. Materia del contendere, questa volta. è l'ipotesi che sarebbe contenuta nel prossimo Dpcm di interrompere alle 18 l'attività di asporto per bar e ristoranti. L'assessore regionale al Commercio, Andrea Corsini, insorge: “Occorre fare attenzione – dichiara – a prendere decisioni che rischiano solo di penalizzare attività che si possono svolgere in sicurezza e categorie economiche ormai al limite. Mi riferisco alla possibilità di fermare alle 18 l’attività di asporto da parte dei bar, di cui si parla in merito al nuovo Dpcm cui lavora il Governo: la gran parte di questi esercenti gestisce i locali in maniera più che corretta e la maggioranza di loro non può pagare colpe di pochi, che ancora oggi permettono o addirittura favoriscono assembramenti fuori dai locali stessi. Su questo anzi – conclude – chiediamo con forza che si facciano controlli massicci fuori da bar e locali dove si creano tali situazioni”.

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€