Con la Croce Blu si Spezza l'attesa al Pronto Soccorso

Nuova iniziativa della Blu Carpi in joint venture con l'Ausl

Con la Croce Blu si Spezza l'attesa al Pronto Soccorso

Croce Blu Carpi e Ausl, insieme, per sostenere, accogliere e informare i cittadini che accedono al Pronto Soccorso dell'ospedale Ramazzini di Carpi. E' partita in questi giorni l'iniziativa "Spezza l'attesa", un servizio assicurato dai volontari di un apposito gruppo della Croce Blu in attività durante gli orari di maggior accesso alla sala d'attesa del Pronto Soccorso.

L'iniziativa è stata presentata in mattinata presso la sede della "Blu" in via Marchiona, dalla presidente dell'Associazione, Giannina Panini, dal coordinatore del nuovo servizio, Valter Sacchetto, alla presenza dell'assessore ai servizi sociali del Comune di Carpi, Tamara Calzolari, e dei responsabili della sanità carpigiana: la direttrice del Distretto Stefania Ascari, il direttore del Ramazzini, Andrea Ziglio e la coordinatrice del Pronto Soccorso, Chiara Pesci. 

 

 

Muniti di divisa per essere subito riconoscibili, i volontari di "Spezza l'attesa" daranno risposta a una necessità sollevata dai cittadini che per motivi d'urgenza debbono ricorrere al Pronto Soccorso: quella di essere ascoltati e di sentirsi accolti anche dopo aver effettuato l'accesso al Triage. L'attesa, infatti, secondo la gravità dei singoli casi, può essere molto lunga e fonte di ulteriore sofferenza per chi già si trova in una situazione di cnoclamata fragilità.

"Purtroppo – ha ammesso Tamara Calzolari – sono ancora numerosissimi i casi in cui il codice d'accesso al Pronto Soccorso è verde o bianco: sono casi di minor urgenza che spesso intasano il servizio, occupato su casi più gravi". E' nei confronti di questi cittadini che la missione dei volontari di "Spezza l'attesa" diventa importante.

806 visualizzazioni