Scontro con Dalle Ave Verrini si dimette da Vicepresidente del Consiglio

Scontro con Dalle Ave Verrini si dimette da Vicepresidente del Consiglio

Preceduta da uno scontro diretto in Commissione che ha indotto  il capogruppo di Carpi Futura, Giorgio Verrini, a rassegnare le  dimissioni da Vice presidente del Consiglio, l’ultima seduta dell’anno  nell’aula di palazzo Scacchetti, fissata il giorno di uscita di questo numero  e sempre che venga rispettato l’ordine del giorno, lascia prevedere  toni piuttosto accesi.  La Commissione nel corso della quale è avvenuto lo scontro che ha  prodotto le dimissioni dell’esponente di Carpi Futura doveva preparare  il terreno alla discussione di una mozione della lista civica diretta a impegnare  la Giunta a valutare “la realizzazione di una struttura sportiva  nuova e destinata al pubblico nell’area dell’Oltreferrovia”.  Il progetto è quello illustrato su Voce del 6 aprile scorso e nasce da  un’idea dell’Associazione sportiva Carpigolf, presieduta da Andrea  Gandolfi: realizzare il primo public course d’Italia. Si tratterebbe di un’area  verde concepita come impianto di golf da 9 buche, ma funzionante  anche da parco pubblico, da ricavare su 150 mila metri quadrati al di là  dei binari, in parte di proprietà della famiglia dello stesso Gandolfi e in  parte acquisibili dal Comune come terreno di cessione per le costruzioni  che Cmb ha in progetto di realizzare lungo la via Tre Ponti.  

Un primo motivo di irritazione, per Giorgio Verrini, è stato il comportamento  dell’assessore Simone Tosi, rimasto tutto il tempo fuori  dalla stanza, lui che pure aveva consigliato un dibattito preliminare in  Commissione, dopo aver respinto una richiesta di Verrini di far illustrare  il progetto in aula dallo stesso Gandolfi. Tutt’al più, gli era stato risposto  anche dal Presidente del Consiglio, Davide Dalle Ave, Gandolfi  avrebbe potuto presenziare alla Commissione come semplice uditore.  Così è stato fatto, presenti all’incontro, fra gli altri, lo stesso Dalle  Ave, i consiglieri del Pd Mariella Lugli, Marco Reggiani, Lorenzo  Boni, Viola Baisi, oltre a Monica Medici, in qualità di Presidente  della Commissione. Ma in un Municipio dove il nervosismo in questi  giorni si taglia con il coltello, è accaduto che, mentre Dalle Ave si  era assentato per un po’, autorizzato dalla presidente Medici, Verrini  avrebbe fatto intervenire Gandolfi per rispondere a un quesito tecnico  sollevata da uno dei consiglieri del Pd. Le testimonianze riferiscono  che, Dalle Ave, entrato in quel preciso istante, sarebbe andato su tutte le  furie, inveendo contro Verrini per quella che riteneva una infrazione del  Regolamento del Consiglio. La presidente Medici avrebbe provato a  spiegare di aver concesso l’autorizzazione, ma questo non sarebbe stato  sufficiente a placare le ire di Dalle Ave. Da qui la decisione di Verrini  di rassegnare le dimissioni, alle quali avrebbero fatto seguito, il giorno  successivo, le scuse da parte del Presidente del Consiglio.  Considerato in genere una pratica rilassante, il golf ha finito per  provocare invece uno scontro aperto e per niente in stile anglosassone.  I tempi, del resto, sono questi. 

369 visualizzazioni