La Lega sui Carabinieri in Comune: il Sindaco spieghi e sospenda Assessore fino a conclusione indagini

La Lega sui Carabinieri in Comune: il Sindaco spieghi e sospenda Assessore fino a conclusione indagini

«A seguito delle notizie di stampa sull’indagine e sul blitz dei Carabinieri in Comune a Carpi – comunica oggi la Lega, sezione di Carpi – chiediamo formalmente al sindaco, Alberto Bellelli, di dare pubbliche spiegazioni di quanto accaduto. E’ necessario chiarire subito a quali bandi, di quale settore e di quali importi si riferiscano le indagini. Dopo i dubbi già emersi in passato su alcuni appalti del Comune è doveroso che la giunta informi la comunità su un fatto di tale portata. In particolare vorremmo sapere quali appalti sono stati messi in discussione e quali documenti le Forze dell’Ordine hanno chiesto di visionare».

«Il fatto che i Carabinieri abbiano sequestrato documenti in Comune, in base ad un decreto di sequestro che cita “turbativa d’asta, corruzione e concussione”, reati gravissimi – continua la nota – ci obbliga chiedere pubblici chiarimenti alla giunta ed in modo particolare al sindaco. In un momento in cui Bellelli si ripropone per un secondo mandato, è necessario che dimostri il coraggio e la trasparenza necessaria a chiunque si candidi alla guida della città. I cittadini devono sapere la verità, il sindaco non può esimersi o tacere in questa situazione, sia per l’importanza del momento politico che per la gravità dei reati ipotizzati” – aggiungono i leghisti – chiediamo inoltre a dimostrazione della buona fede del primo cittadino e della sua totale estraneità ai fatti la temporanea sospensione dell’assessore tirato in causa dalle eventuali indagini fino all’esito delle stesse. E’ evidente – concludono – come in caso contrario un prolungato silenzio in un momento come questo verrà inevitabilmente interpretato come una volontà di non voler svelare cose imbarazzanti».

950 visualizzazioni