Al via l'edizione 2019 di Umoristi a Carpi

Il tema è La tutela dell'ambiente e le materie plastiche

Al via l'edizione 2019 di Umoristi a Carpi

La tutela dell'ambiente e le materie plastiche è il tema dell'edizione 2019 di Umoristi a Carpi.

Dopo Volontariato, Lavoro, Generazione social, Pari Opportunità, Migrazioni, Salute e Benessere, il tema dell'edizione 2019 di Umoristi a Carpi – il concorso di grafica umoristica promosso da Fondazione Casa del Volontariato in collaborazione con USHAC e con il patrocinio di Comune di Carpi e Unione delle Terre d’Argin – è La tutela dell'ambiente e le materie plastiche.

Dunque, il tema sul quale i disegnatori dovranno mettere alla prova la propria vena satirica sarà, in particolare, quello delle scelte delle materie plastiche da utilizzare, visto che in determinati casi si possono sostituire le plastiche di sintesi chimica con plastiche biodegradabili, quello del superamento del modello usa e getta, quello della raccolta differenziata delle plastiche diventate rifiuto e quello del riuso.

Per partecipare ci sarà tempo fino a domenica 31 marzo, inviando sino a un massimo di tre tavole per autore, in formato cartaceo, presso la sede di USHAC, alla Casa del Volontariato di Carpi, in via Peruzzi 22, oppure, tramite mail, all’indirizzo info@ushac.it.

Due le sezioni in cui si articola il concorso, Giovani, fino ai 21 anni d’età, e Adulti, dai 22 anni in poi. I premi in palio per i primi tre classificati di ogni sezione saranno tavolette grafiche, fotocamere e lettori e-book.

Previsto, per il secondo anno consecutivo, anche un riconoscimento speciale: il Premio Scuola, un buono di 500 euro per l’acquisto di materiale didattico, che sarà assegnato all’Istituto con il maggior numero di vignettisti partecipanti.

Le premiazioni si svolgeranno sabato 11 maggio, a Carpi, presso l’Auditorium San Rocco, nell’ambito delle programma di iniziative della Primavera del Volontariato.

“Quello con Umoristi a Carpi è un appuntamento ormai consolidato soprattutto tra i giovani del territorio – sottolinea il Consigliere della Fondazione Casa del Volontariato Carlo Alberto Fontanesi – e ogni anno le riflessioni sui temi proposti, scaturite dall’estro dei partecipanti, non cessano di sorprenderci e interrogarci e riconfermano che quello dell’ironia è uno strumento potente di sensibilizzazione e di riflessione.”

189 visualizzazioni