Festival chiuso bene: Assetati di realtà prossimo tema

Abilità differenti

Festival chiuso bene: Assetati di realtà prossimo tema

Si intitolerà “Assetati di realtà”, la ventiduesima edizione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti già in programma per il prossimo anno. Lo ha annunciato il presidente di Nazareno Cooperative Sociali, Sergio Zini, l’altra sera in Teatro comunale, al termine dello spettacolo conclusivo dell’edizione 2019 del Festival che, attraverso una serie di incontri, tavole rotonde ed esibizioni, ha scandito tutto il mese di maggio in diverse location della regione: da Carpi a Riccione, da Bologna a Pavullo. 

«Questo XXI Festival Internazionale delle Abilità Differenti è stato il Festival dei pezzi unici: ognuno di noi è unico e irripetibile – ha detto Zini di fronte al pubblico che ha gremito ogni ordine del teatro per assistere alla recita della farsa “L’isola dei pirati” –. Al Convegno che abbiamo organizzato a Bologna, l’arcivescovo monsignor Matteo Zuppi, ci ha detto: “Occorre uscire da sé per essere in sé”. Ciò che può placare la nostra sete è fuori di noi, è nella realtà: è incontrabile, tangibile, concreto, reale, vero». Per questo l’edizione 2020 del Festival è stata battezzata “Assetati di realtà”.

 Positivo il bilancio del Festival di quest’anno: fra gli ospiti di rilievo il gruppo di ballo su sedia a rotelle “Rollettes”, giunte in Europa dalla lontana California per la loro prima tournée mondiale ed il regista della serie tv (tre stagioni, diciannove episodi trasmessi dalla Rai) “Braccialetti rossi”, Giacomo Campiotti.

109 visualizzazioni