Ampia offerta del Ceas per conoscere l'ambiente

Enti - A tutte le scuole

Ampia offerta del Ceas per conoscere l'ambiente

CARPI – Edizione numero diciassette per “Alfabeto Ambiente 2018/2019”, l’agenda di proposte ecologiche ed ambientali realizzata dal Ceas, il centro di educazione all’ambiente dell’Unione Terre d’Argine, per le scuole di ogni ordine e grado dei Comuni dell’Unione Terre d’Argine. L’Agenda, ottanta pagine di proposte di corsi, visite guidate, laboratori e incontri sui temi dell’ambiente che ci circonda, è stata presentata presso la sede del Ceas alla presenza degli assessori all’ambiente dei Comuni di Carpi e di Soliera, Simone Tosi e Caterina Bagni, e con la partecipazione di una numerosa rappresentanza degli insegnanti delle scuole coinvolte dall’iniziativa. Un secondo incontro si è svolto mercoledì scorso a Novi.

«Lo scorso anno sono state ben 260 le classi che hanno aderito al nostro programma – spiega Bianca Magnani che, assieme a Giuliano Ferrari, è l’anima di Ceas – ma abbiamo potuto accogliere solo 230 domande. Le trenta classi rimaste “in lista d’attesa” avranno la prelazione quest’anno, perché il nostro intento è quello di accontentare il maggior numero di richiedenti».

Fra le proposte-novità di quest’anno il corso “Leggeri come l’aria”, un percorso introdotto per le scuole d’infanzia e dedicato alla magia dell’aria, mentre per le scuole primarie è stato realizzato un ciclo di incontri per promuovere la mobilità sostenibile che si intitola “Facciamo strada… insieme”. Sempre per le scuole primarie è stato ideato un concorso in tema di energia che è stato concordato in collaborazione con Aimag. Altre iniziative, per i ragazzi delle scuole medie e delle superiori, riguarderanno l’economia circola e il riciclo dei rifiuti e l’inquinamento atmosferico. Una iniziativa, infine, che lo scorso anno ha conseguito un indubbio successo verrà replicata anche nel nuovo anno scolastico: si intitola “Il nostro Vegetable Garden”, e vede i giovanissimi schierati sui due versanti, quello degli allievi e quello degli insegnanti, da una parte i bambini delle scuole primarie e dall’altra gli studenti del Liceo Manfredo Fanti quali tutor nell’allestimento di un piccolo giardino utilizzando la lingua inglese quale strumento di comunicazione.

f.s.

109 visualizzazioni