Vertenza Frama a Novi: l'appello del sindaco Diacci

Il prossimo incontro in programma il 4 febbraio a Novi

Vertenza Frama a Novi: l'appello del sindaco Diacci

L'Amministrazione Comunale di Novi continua a seguire da vicino la vicenda della Frama Action, l'azienda novese di proprietà dell'austriaca Hella e per la quale è stata annunciata la dismissione e la chiusura. In attesa che le parti si riuniscano nuovamente il prossimo 4 febbraio a Novi, il sindaco Enrico Diacci con una nota ha espresso la sua preoccupazione: "Prima della nomina a Sindaco - afferma Diacci - ho sempre lavorato nel settore privato, conosco bene certe dinamiche di mercato e, pur capendo anche il difficile momento di congiuntura economica, non posso che rimanere profondamente contrariato da un atteggiamento tanto miope quanto ambiguo da parte del gruppo Hella. Perchè il lavoro non ha solo una funzione economica ma possiede anche una forte rilevanza sociale".

 

Fiom e Fim, i due sindacati dei metalmeccanici di Cgil e Cisl, dal canto loro, hanno ribadito che ogni possibilità di accordo con la capogruppo Hella è subordinato alla disponibilità dell'azienda austriaca a cedere la partecipata italiana, con la garanzia di tenere aperto lo stabilimento di Novi anche oltre al prossimo 5 marzo come annunciato in un primo tempo.

479 visualizzazioni