Unioncamere prepara lo sbarco a Expo 2020

Il progetto per Dubai a ForModena

Unioncamere prepara lo sbarco a Expo 2020

È stato presentato anche a Carpi, mercoledì 12 dicembre nella sede di ForModena, “Italian Fashion verso Dubai 2020”, il progetto organizzato da Unioncamere Emilia Romagna in vista della prossima esposizione universale che si terrà negli Emirati Arabi Uniti e che coinvolgerà più di 180 nazioni con un flusso stimato di 25 milioni di visitatori. L’iniziativa è promossa da Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con il Sistema camerale emilianoromagnolo e con il co-finanziamento della Regione Emilia- Romagna nell’ambito del Bando per la concessione di contributi a progetti di promozione del sistema produttivo regionale sui mercati europei ed extra europei 2018-2019-V annualità. Sarà realizzata nel 2019 attraverso distinte fasi operative, coordinate e organiche, anche con incontri b2b tra operatori degli Emirati e le imprese, con l’obiettivo di gettare le basi per una successiva partecipazione integrata all’Expo di Dubai del 2020. Il progetto – che, oltre a Carpi, è stato presentato al Centergross di Bologna e, nei prossimi giorni, approderà nelle Camere di Commercio di tutta la regione tra Reggio Emilia, Parma, Ferrara e Rimini – può rappresentare un’interessante opportunità per i prodotti tessili del territorio regionale. Nonostante le numerose criticità, i dati confermano che il sistema moda in Emilia-Romagna è ancora un segmento fondamentale per l’economia regionale tanto da essere il secondo comparto manifatturiero per valore delle esportazioni e quarto per numero di occupati. Gli Emirati Arabi Uniti (Eau) in un periodo di continuata crescita economica da molti anni a questa parte, rap- presentano uno dei mercati più attraenti per gli investimenti internazionali, nonché prioritario per le esportazioni italiane: primo Paese di destinazione nell’area del Golfo (5,3 miliardi di Euro nel 2017). Tra l’altro si stima che uno dei principali settori italiani che vedrà aumentare le proprie esportazioni (arrivando a un più 4 per cento nel periodo 2018-2021, giungendo a 327 milioni di Euro) è proprio quello del tessile e dell’abbigliamento, che rappresenta attualmente il 6 per cento del totale export verso gli Emirati Arabi.

283 visualizzazioni