Carpi Futura contro Carpi Urban Center: urbanistica da libro dei sogni

Carpi Futura contro Carpi Urban Center: urbanistica da libro dei sogni

“Una serie di belle idee che ci hanno affascinato (infatti è sempre piacevole sentire la cultura che si dipana), ma anche irritato per il timore, che è quasi certezza, che si finisca solo per aggiungere nuove pagine al libro dei sogni urbanistici locali, con buona pace di tutti gli architetti presenti in sala”. Così Carpi Futura, in un comunicato dal titolo “Nuove pagine per l'urbanistica dei sogni” liquida il convegno i qualche giorno fa che Carpi Urban Center ha ospitato a Carpi come evento conclusivo di un corso sulla progettazione urbana strategica coordinato da Dario Costi, della Facoltà di Architettura di Parma e indirizzato a tecnici urbanisti degli enti locali, fra i quali tre dell'Unione Terre d'Argine.

 

 

 

Prendendo delle ipotesi di studio come un vero e proprio Piano regolatore, il comunicato, firmato da Sergio Vascotto e Giliola Pivetti (nelle foto) definisce "inutile” dal punto di vista pratico lo studio presentato nella circostanza. E solleva più di una obiezione: sulla proposta del Parco Lama “sempre parcheggiato su una nuvola” e con le case dei contadini residenti, “che hanno tutte le intenzioni di continuare ad abitarle”, segnalate dal progetto come "interessanti manufatti da utilizzare come contenitori culturali”; sul non luogo di via Roosevelt neppure considerato; sulla mancanza di indicazioni per superare il passaggio a livello di via Roosevelt, ma anche su quartieri e arterie importanti come Quartirolo e la via Cattani.

 

Parla, il comunicato, di “progetti perduti nei cassetti comunali” che sarebbero già abbastanza, di una Carpi che ha bisogno di “uscire dal pantano”, di cittadini che dovrebbero avere il coraggio "di dire ad alta voce (...) che ne hanno abbastanza”. E c'è anche una frecciata polemica nei confronti del neo assessore all'Urbanistica che "ha fatto molte foto” e preso appunti, preferendo non dire nulla, e per il quale i firmatari del documento si augurano che "sappia scegliere le proprie linee guida e riesca a finalizzare nel concreto le proprie scelte”.

 

 

 

1020 visualizzazioni