Consiglio: Monica Medici all'attacco dell'Azienda per le case del Comune: gestione disastrosa. Incidente procedurale e Lugli bacchetta il Presidente

C'entrava poco o nulla con l'approvazione del consolidato di gruppo del Comune di Carpi, discusso ieri sera in Consiglio comunale. Ma poiché Acer, l'Azienda casa dell'Emilia Romagna, sezione di Modena, rientra fra gli enti vigilati dall'Amministrazione comunale avendo in affidamento i 624 alloggi di edilizia residenziale pubblica, la sua gestione è stata oggetto di un nuovo attacco frontale – la stessa cosa si era ripetuta in altre sedute degli scorsi anni – da parte della consigliera dei Cinque Stelle, Monica Medici. Con in più, quest'anno, un piccolo incidente diplomatico che ha avuto come bersaglio il dirigente dell'area gestionale dell'Azienda, l'ingegner Paolo Montorsi. Proprio il funzionario che la Giunta, prevedendo l'attacco del quale si erano avute avvisaglie in Commissione, aveva convocato nel civico consesso per fornire le spiegazioni tecnico-contabili. La sostanza dell'attacco della consigliera Medici, seguito all'esposizione delle attività dell'Azienda da parte del Dirigente, è sempre la stessa, riassumibile in alcuni concetti.

 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€