Presentato a Milano il piano strategico del Gruppo Bper Banca

Presentato a Milano il piano strategico del Gruppo Bper Banca

Il Gruppo BPER Banca ha presentato questa mattina presso la Sede di Via Negri a Milano il Piano di sviluppo triennale (“BPER 2021 Strategic Plan”), articolato su tre pilastri:

1. Crescita e sviluppo del business con un focus particolare sui settori con un significativo contenuto commissionale, come Bancassurance, Wealth Management e Global Advisory Imprese, e con un’elevata marginalità, come il credito al consumo

2. Forte incremento dell’efficienza operativa e semplificazione

3. Accelerazione del de-risking e ulteriore rafforzamento patrimoniale

 

Il Piano, precisa una nota aziendale, verrà sviluppato a partire dai significativi benefici derivanti dalle operazioni straordinarie annunciate nel corso nel mese di febbraio 2019: l’acquisto di Unipol Banca e delle quote di minoranza del Banco di Sardegna, la cessione di un portafoglio di sofferenze per circa 1 miliardo e l’acquisizione del controllo di Arca Holding

 

Il Gruppo vuole confermarsi come punto di riferimento per famiglie e imprese supportando la crescita dell’economia dei territori serviti con una crescente focalizzazione sulla trasformazione digitale, l’innovazione di processi e prodotti, nuove strategie di internazionalizzazione ed un rinnovato impegno nella Social Responsibility.

 

Il Piano Industriale 2019-2021 si pone come obiettivo prioritario la creazione di valore sostenibile nel medio-lungo periodo per tutti gli stakeholder, attraverso un’articolata serie di interventi che permetterà di conseguire i seguenti target finanziari:

  • Aumento della redditività prospettica, con un utile netto al 2021 pari a € 450 milioni e un RoTE pari al 10% circa;
  • Rafforzamento del capitale con un CET1 ratio fully phased al 2021 in area 12,5%;
  • Un dividend payout medio in arco Piano pari a circa il 25%.

 

Tali obiettivi saranno raggiunti grazie all’implementazione dei tre pilastri del Piano, ovvero:

  1. Crescita e sviluppo del business:
  • Risparmio gestito CAGR 18-21: +5,0%
  • Finanziamenti netti alla clientela CAGR 18-21: +1,6%
  • Commissioni nette CAGR 18-21: +3,6%
  • Margine di interesse CAGR 18-21: +0,7%
  1. Incremento dell’efficienza operativa e semplificazione:
  • Riduzione dei costi della gestione CAGR 18-21: -2,6%
  • Cost / Income ratio al 2021: inferiore al 59%
  1. Accelerazione del de-risking:
  • NPE ratio lordo al 2021: inferiore al 9%
  • Costo del rischio al 2021: 60 bps
 

 

220 visualizzazioni