Enel ha presentato il suo nuovo polo logistico

Un complesso da 10 milioni di euro in via di ultimazione a Fossoli

Enel ha presentato il suo nuovo polo logistico

E' stata completata la riconversione industriale dell'ex centrale a turbogas Enel di Fossoli. L'opera, avviata lo scorso anno, è costata 10 milioni di euro ma metterà a disposizione del gruppo energetico nazionale un nuovo grande polo tecnologico che servirà, assieme ad analogo impianto in via di ultimazione a Trino Vercellese, tutte le aziende del gruppo nel'Italia del nord.

A salutare l'evento, oltre al sindaco Alberto Bellelli, che è stato accompagnato in vistia al nuovo impianto, anche Marco Fragale, responsabile nazionale del progetto Futur-é che riconvertirà ventiquattro centrali e siti dismessi di Enel per riportarli a nuova vita, e Luca Solfaroli Camillocci, responsabile di Enel Produzione.

La riconversione dell'impianto, hanno tenuto a dire i responsabili di Enel, ha avuto luogo nel rispetto dei dettami dell'economica circolare: senza spreco di suolo, con riutilizzo dei materiali, nell'ottica del riutilizzo e del risparmio energetico.

Dove un tempo c'era turbine e serbatoi oggi sorge una struttura di 20 mila metri quadri coperti dotata di aree esterne di stoccagggio di altri 20 mila metri quadrati, pronta ad ospitare uno dei due hub logistici del nord Italia del Gruppo Enel.

La struttura, completata nella sua fase edilizia e strutturale, entrerà probabilmente in funzione a partire dal prossimo autunno ed ocuperà una trentina di addetti.

(Nelle foto, La visita del sindaco all'impianto. Nella seconda immagine: da sinistra: Cammilloci, Fragale, Bellelli e l'assessore Simone Tosi, alla conferenza stampa di presentazione del progetto carpigiano di Futur-e)

557 visualizzazioni