Un'iniziativa della famiglia Rinaldi, già nota per l'omonima acetaia e il fondo agricolo

Nasce il primo birrificio artigianale di Carpi

Carpi è pronta ad accogliere il suo primo birrificio artigianale. Ma quello della famiglia Rinaldi, già nota per l’omonima acetaia e l’azienda agricola, non sarà un semplice birrificio, perchè sarà anche agricolo. Ovvero, produrrà birra con ingredienti coltivati direttamente in proprio. 

“Non è così semplice dire pianto l’orzo, il luppolo e ho un birrificio agricolo – spiega Alessandro Rinaldi –. Il nostro percorso in questo settore è iniziato già due anni fa, nel 2019 eravamo pronti a partire poi il Covid ha rallentato tutto ma adesso ci siamo”. Trattandosi di un prodotto alimentare e per giunta alcolico, le pratiche non sono infatti semplici e ci sono vari soggetti coinvolti: “Dal 1 gennaio 2021 siamo censiti alla dogana come birrificio agricolo artigianale. Qui le materie prime, come l'orzo ed il luppolo, non vengono solo lavorate ma anche prodotte direttamente nel nostro fondo”, spiega Alessandro. 

L'accesso è riservato agli Abbonati

Se sei già abbonato, accedi per vedere l'articolo completo

Accedi

Accesso completo al sito, più la
versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 49€

Accesso completo al sito, più la
versione cartacea e la versione digitale

Vi permette di accedere a tutti i contenuti web di VOCE.it e di ricevere il settimanale stampato a casa o in azienda e la versione digitale in formato PDF direttamente al vostro indirizzo mail. Costo Annuo 65€