Il sindaco su Facebook: ''Vestiremo a lutto la bandiera della città. Non una resa, ma un gesto di pietà civile''

Già 27 mila euro donati sul conto delle Terre d'Argine

Il sindaco su Facebook: ''Vestiremo a lutto la bandiera della città. Non una resa, ma un gesto di pietà civile''

Carpi oggi arriva a 173 positivi e si registra un nuovo decesso. Si tratta di Giorgio Grillenzoni, socio della Garc e primo caso positivo riscontrato in città ormai un mese fa. Non ne fa il nome, il sindaco Bellelli nella sua diretta: è un segno di rispetto per le altre 14 persone morte in queste settimane. “Non dico i nomi di quanti non ci sono più: tanti sono i nomi noti e i meno noti, che hanno amici, parenti, colleghi che volevano loro bene – ha spiegato - Alle loro famiglie va l’abbraccio delle istituzioni e della città. A loro va il nostro ricordo e, anche se non li abbiamo conosciuti personalmente, il nostro affetto”. I dati raccontano dunque di un virus che continua a muoversi e a crescere ma, come ha sottolineato Bellelli, ciò è dovuto anche al fatto che si sono alzati i livelli di controllo, che consentono di rintracciare sempre più casi di positività. A tal fine “stiamo lavorando da un lato per mettere a disposizione delle persone positive che non hanno le condizioni migliori per rimanere nel proprio domicilio luoghi diversi per permettere loro un isolamento in sicurezza e, dall’altro, con le politiche sociali, per permettere deospedalizzazioni più rapide”. Nel frattempo, i controlli delle forze dell’ordine procedono instancabili: 30 le denunce elevate ieri. “Non criminalizzate senza riflettere chi passeggia per strada – ha sottolineato ancora una volta il sindaco -. Ci sono anche persone che hanno una deroga, sempre nel rispetto delle indicazioni: persone con disturbi cognitivi che non possono sopportare la reclusione (mi riferisco allo spettro autistico e non solo). Prima di accusare, ragionate”. Da domani, inoltre, partirà una nuova iniziativa: le telefonate a casa dei nuclei famigliari devo siano presenti ultra 75enni da soli o in coppia. Come dare una mano? “Non posso dare indicazioni per il singolo, ma per le associazioni, cui dietro sta un tesseramento e un’assicurazione – ha specificato il primo cittadino – Potete chiamare lo 0594728738 per aggiungere associazioni per portare a domicilio la spesa e i farmaci. Per quanto riguarda, invece le attività di consegna a domicilio di alimentari e cibi pronti, queste saranno indicate sul sito del Comune in apposito elenco. Continuano anche i servizi della Caritas diocesana, cui ci si può rivolgere chiamando lo 059644352. Tutto il mondo dell’associazionismo e del volontariato si è messo a disposizione dell’emergenza e sono ben 27 mila gli euro donati nel conto delle Terre d’Argine”. Un’altra bella notizia è che oggi tre persone sono state dimesse dalla terapia intensiva di Carpi per andare in un reparto a minore intensità di cura. “Sono segnali importanti, che ci dicono che la malattia viene sconfitta – ha concluso Bellelli -. D’altro canto domani vestiremo a lutto la bandiera della città per un paio di giorni. Non è un segno di sconfitta, ma un modo per dire che ci siamo, anche per chi non c’è più. Un gesto di pietà civile. Non è una resa e non lo sarà mai. Riabbracciarsi, in futuro, sarà il nostro premio”.

 

2734 visualizzazioni