Il commosso addio della Garc a Giorgio Grillenzoni

Il commosso addio della Garc a Giorgio Grillenzoni

Si è spento questa mattina Giorgio Grillenzoni. Aveva 62 anni ed era uno dei soci fondatori della Garc. Era ricoverato dalla fine di febbraio in terpaia intensiva all'ospedale di Sassuolo dopo aver contratto l'infezione da Covid-19 molto probabilmente a Codogno, dove l'azienda ha in corso alcuni cantieri. La notizia, data dai siti web dei quotidiani modenesi, ha sollevato dolore e commozione in città. E dalla Garc è pervenuto l'indirizzo di commiato che di seguito pubblichiamo (foto Gazzetta).

 

“Non c’è persona che abbia avuto a che fare con Giorgio che non abbia imparato qualcosa. Prima di tutto l’umiltà. Quando si dice che sono più importanti i fatti delle parole non si può non pensare a lui. E stato un professionista del suo lavoro, un padre, un fratello, uno zio, un socio ed un amico. . La sua capacità è stata però quella di essere tutte queste cose insieme per tutti quelli che lo hanno conosciuto. Probabilmente una delle persone più simpatiche che esistessero. Ed allo stesso tempo risolute. Nel nostro #MIFIDODINOI c’è tanto Giorgio dentro. La sua lealtà non ha mai avuto incrinature. Tutti noi ci fidavamo di lui nel verso senso della parola perché Giorgio era completo. Non sarà possibile in nessun modo colmare la sua mancanza. L’unica cosa che possiamo fare è essere grati di averlo conosciuto perché grazie a lui siamo diventate persone migliori. Il privilegio di averlo avuto vicino non ce lo toglierà nessuno. A noi resta l’onere di continuare ad essere alla sua altezza. Immensamente Giorgio. Immensamente Grazie. I Soci di Garc SpA

8754 visualizzazioni