I carabinieri arrestano aggressore della donna dell'amico in carcere. Fermato presunto ladro seriale

L'episodio di “nera” di qualche sera fa con protagonista il 45enne tunisino che ha aggredito e violentato la compagna di un proprio amico in carcere si prende oggi le aperture di Carlino e Gazzetta. La vicenda viene arricchita qui di alcuni dettagli: la scusa del regalo con la quale l'uomo si è presentato a tarda notte; la donna – una 35enne originaria del Centro America –, che gli apre, data la conoscenza; i convenevoli e poi l'aggressione e la violenza, mentre nella stanza accanto le figlie stavano dormendo senza accorgersi di nulla; la fuga alle prime luci dell'alba, mentre la 35enne veniva trovata dal fidanzato di una delle figlie nelle condizioni che si possono immaginare; la decisione di andare al Pronto Soccorso, da dove sono stati avvertiti i carabinieri del capitano Iacovelli. Le indagini, scattate immediatamente, hanno permesso di individuare l'aggressore, riporta il Carlino, dalle parti di via Unione Sovietica, dove camminava claudicante a causa della frattura del malleolo riportata dopo una caduta dalla bicicletta. Il fermo giudiziario per violenza sessuale aggravata e lesioni personali è stato convalidato dal Gip che ha disposto la custodia in carcere.

 

Altra notizia di nera, riportata questa volta solo dal Carlino e sempre con un cittadino di origine tunisina come protagonista. Si tratta di un 22enne arrestato e tradotto in carcere dai carabinieri dopo che negli ultimi 15 giorni per ben tre volte aveva forzato l'ingresso secondario del negozio Arcobaleno Blu, in via Genova, per rubare l'incasso. La cosa gli è riuscita una sola volta, mentre all'ultimo tentativo i militari, allertati dal sistema di allarme e dopo aver vagliato le immagini della videocamera, sono riusciti a individuarlo e a tradurlo in carcere. Sul giovane, riferisce sempre il quotidiano, gravano sospetti anche per altri furti avvenuti in zona Quartirolo, senza escludere che possa essere l'autore delle due recenti spaccate ai danno della pizzeria Civico Due di viale Ariosto.

 

 

Di spalla, la Gazzetta riprende la notizia delle pulizie pasquali effettuate nel quartiere del biscione dalla comunità musulmana, il cui segretario spiega che non si tratta di una prima volta e che diverse iniziative sono già state prese, in accordo con l'Amministrazione comunale, per migliorare la situazione di un quartiere che in passato è stato spesso al centro di critiche per lo stato di incuria.