Carpi sui giornali. Voci sulla Giunta. Le rivelazioni di Monica Medici sulle trattative

Carpi sui giornali. Voci sulla Giunta. Le rivelazioni di Monica Medici sulle trattative

Postumi da ballottaggio e prodromi delle scelte per la Giunta, sulle pagine locali dei quotidiani di oggi. Partiamo dai secondi, con una carrellata della Gazzetta che dà per certi i nomi di Tamara Calzolari, Stefania Gasparini e, a sorpresa, Simone Tosi, per il quale sarebbe pronto l'assessorato al Bilancio che fu di Cesare Galantini. Sempre che dal provinciale del Pd venga concesso il nulla osta per una deroga alla regola interna dei due mandati al massimo, perché Tosi sarebbe al terzo. Esce invece Daniela Depietri, mentre Paola Ruggiero, indicata inizialmente come una delle possibili new entry, ci starebbe ancora pensando. L'altra notizia è che Carpi 2.0 non sarà gruppo autonomo ma farà tutt'uno con il Pd, ricevendo in premio o un assessorato o il posto di Presidente del Consiglio per il pluridecorato Carlo Alberto Fontanesi (presidente Ushac, presidente Consulta del Settore C, consigliere della Fondazione Casa del Volontariato, già consigliere di Indirizzo della Fondazione Cassa Risparmio Carpi).

 

 

Il Carlino preferisce invece concentrarsi su un nome sicuro, quello del futuro assessore all'Urbanistica, Riccardo Righi (foto). Che riassume le sue intenzioni intanto nel compiere una precisa ricognizione sulla città e poi nell'individuazione di alcuni interventi a lungo termine come il collegamento ovest est tra parco della Cappuccina, centro cittadino e parco Lama e il superamento del passaggio a livello di Cibeno. Anche sul Carlino, per quanto gli sia stata sottratta l'Urbanistica, Simone Tosi non dà affatto l'impressione di essere escluso dalla futura Giunta.

 

 

Entrambi i giornali, in particolare il Carlino, danno spazio alla ricostruzione delle trattative prima del ballottaggio, fatta da Monica Medici che l'ha pubblicata anche sul proprio profilo social. Con molti più dettagli succosi di quelli che si ricavano dai resoconti giornalistici: per esempio, che durante un incontro programmatico, quando Medici ha citato il futuro Pug, Piano urbanistico generale, Federica Boccaletti è caduta dalle nuvole, chiedendole che cosa fosse. E che quando la stessa Medici ha chiesto a Boccaletti come fosse composta la sua squadra di Giunta, si è sentita rispondere che a parte lei alla Sicurezza, per il, resto non aveva idea. Mentre in cambio dell'appoggio alla eventuale Giunta di centro destra, Boccaletti ha offerto un posto in Aimag, uno in Fondazione e uno in Terre d'Argine, ignorando che si trattava di promesse che non poteva fare per questioni di legge e regolamentari. Non ultimo: quando ha saputo che un consigliere intasca 70 euro lordi al mese, Boccaletti è sbottata dicendo che non ci pagava neppure la benzina per il tragitto da Novi. Nella ricostruzione ci sono anche particolari sul duro confronto con Alberto Bellelli, che ha mantenuto nei confronti di Medici la propria denuncia per diffamazione: e alla candidata dei 5 Stelle è parso che al Sindaco uscente interessasse solo che il Movimento non ricevesse indicazioni di voto per il centro destra e lasciasse la libertà di scelta, come poi è avvenuto. Lunedì sera, riferiscono infine i quotidiani, dalle riunioni dei Cinque Stelle e di Carpi Futura è uscita la determinazione di entrambi a una robusta opposizione.

1833 visualizzazioni