Carpi sui giornali. Stanza d'ascolto in Commissariato. Sintesi Fashion Group: ordini e marchi all'asta

Carpi sui giornali. Stanza d'ascolto in Commissariato. Sintesi Fashion Group: ordini e marchi all'asta

La foto della Gazzetta ritrae il sindaco Alberto Bellelli, il Questore di Modena, Maurizio Agricola, la dirigente del Commissariato Ps di Carpi, Paola Convertino, l'arcivescovo e amministratore apostolico, monsignor Erio Castellucci e il Prefetto di Modena, Maria Patrizia Paba alla inaugurazione della nuova sala protetta ricavata al Commissariato di Carpi per l'ascolto delle donne vittime di violenze. L'evento, al quale ha preso parte anche l'Assessore ai Servizi sociali del Comune di Carpi, Tamara Calzolari, apre oggi le pagine locali sia della Gazzetta che del Carlino. Entrambi i quotidiani sottolineano l'intento con il quale è stata allestita la stanza: un luogo protetto e sicuro nel quale donne e bambini possano sentirsi liberi di raccontare le vicende drammatiche di cui sono stati vittime. Accenti unanimi nei discorsi delle autorità: le donne debbono trovare la forza di denunciare le violenze alle forze dell'ordine, perché in caso contrario l'Amministrazione comunale non può organizzare un percorso di recupero sociale, ma poi donne e bambini hanno il diritto di trovare una protezione adeguata. Tanto più, rivela al Carlino la responsabile di Vivere Donna, che le statistiche danno in aumento anche a Carpi le violenze fisiche.

 

 

L'altra notizia di rilievo si trova oggi a fondo pagina della Gazzetta: il Tribunale di Modena che aveva ammesso nel giugno scorso Sintesi Fashion Group di Andrea Scacchetti (nella foto) a concordato preventivo con scadenza 9 settembre, dopo aver recepito la proposta di valutazione a 325 mila euro (con fideiussione del 10 per cento versata dall'azienda) per la messa in vendita dei marchi Anna Rachele e Anna Rachele Lab, insieme agli ordini per la stagione primavera estate 2020, ha disposto per il 5 dicembre la relativa gara per l'aggiudicazione, con trasferimento della proprietà entro il 20 dicembre e pagamento non oltre il 10. Il rilancio minimo è di 5 mila euro   

 

 

451 visualizzazioni