Carpi sui giornali. Maxi controllo con tamponi in via Unione Sovietica. Mercato coperto: via alle manifestazioni di interesse

Carpi sui giornali. Maxi controllo con tamponi in via Unione Sovietica. Mercato coperto: via alle manifestazioni di interesse

Carlino e Gazzetta di oggi dedicano ampio spazio, sulle rispettive pagine provinciali, alla maxi operazione preventiva messa in atto in via Unione Sovietica con l'allestimento di una postazione per tamponi (foto Modena in diretta) Ieri il drive through allestito sul posto dopo che due membri della comunità islamica sono stati riscontrati positivi al Covid, ha permesso di effettuare un'ottantina di test su altrettanti cittadini di nazionalità pakistana, diversi di loro provenienti da fuori città, invitati dall'Ausl a presentarsi, essendo stati tracciati come partecipanti alle giornate di preghiera legate alla ricorrenza dell'Ashura che si sono svolte a fine agosto. I resoconti dei due quotidiani sottolineano la disponibilità mostrata dagli adulti e anche dai numerosi bambini a sottoporsi al test, mentre i portavoce delle loro associazioni hanno illustrato le misure precauzionali prese durante le celebrazioni e nei luoghi di culto, ricordando di aver invitato i membri venuti da fuori a rivolgersi alle rispettive Ausl. La postazione, sottolinea sul Carlino la Direttrice del Distretto sanitario, ha permesso di tracciare tutti i possibili contatti, anche in vista dell'avvio dell'anno scolastico e per impedire troppi accessi al Pronto soccorso.

 

La pagina di Carpi della Gazzetta si sofferma sul bando con il quale la Giunta apre alle manifestazioni di interesse per affittare il mercato coperto di piazzale Ramazzini. L'assessore Stefania Gasparini fa capire che le richieste di informazioni sono state tante e con le più svariate ipotesi di utilizzo della struttura per la quale l'Amministrazione pensa comunque a una destinazione di qualità.

 

 

Sul Carlino la notizia di apertura della pagina locale riguarda la triste vicende della cagnolina Sally, investita da un automobilista che non l'ha soccorsa e che è stato per questo denunciato dai Carabinieri che sono riusciti a identificarlo grazie alla targa rilevata da un testimone. Niente da fare per Sally che a causa delle ferite riportate ha dovuto essere soppressa.

1243 visualizzazioni