Carpi sui giornali. La Lux, da tintoria a polo logistico. Cosap e Tarip: esenzioni e tagli per più di un milione. Zona Ovest: apre Acqua e Sapone

Carpi sui giornali. La Lux, da tintoria a polo logistico. Cosap e Tarip: esenzioni e tagli per più di un milione. Zona Ovest: apre Acqua e Sapone

La notizia di oggi, riportata in apertura dalla Gazzetta, è il “ritorno in vita” della Tintoria Lux, ferma dal 2019, non più nella funzione originaria, ma come sede di una società – la Amds Servizi di Carpi, 5 milioni di fatturato, fondata 11 anni fa – che si occupa di logistica e movimentazione merci. L'interno della ex tintoria è stato dunque ristrutturato e trasformato in un enorme magazzino di 8 mila metri quadrati coperti, mentre il piazzale antistante potrà ospitare nei suoi ulteriori 37 mila metri quadrati, tutti i mezzi di trasporto della ditta che vanno dai furgoni ai bilici. L'apertura viene annunciata per i primi di settembre dal titolare Angelo Spinazzola, che ha coniato, per il nuovo polo logistico, la definizione di "albergo dei bancali”, per dire della cura con la quale verranno immagazzinate e custodite le merci dei clienti. Fa capo alla stessa società, informa il quotidiano, anche il Bianchi Group, altra ditta di logistica, che ha acquistato l'ex sede Samberisi in via dei Maniscalchi.

 

Il Carlino apre invece con i provvedimenti di defiscalizzazione di Cosap e Tarip (la tariffa rifiuti puntuale) portati alla discussione dell'ultimo Consiglio comunale dall'assessore Mariella Lugli e legati all'emergenza virus: una serie di esenzioni o riduzioni per l'anno in corso che comporterà, per il Comune, un aggravio di poco più di un milione di euro. Sul quotidiano appare anche la notizia di una proposta della Lega per Salvini premier: quella di concedere gratuitamente l'aula consiliare per le sessioni di laurea, in virtù del fatto che la sala è attrezzata per la discussione telematica e può ospitare anche parenti e amici che vogliano fare da contorno a un momento di particolare solennità per la vita di ogni studente.

 

A fondo pagina il giornale riferisce della lettera che il legale di due esercizi di piazza Martiri, la profumeria Frigieri e la farmacia dell'Assunta, ha inviata al Comune per sottolineare la non conformità del déhors installato dal bar Le Macine nello spazio a loro prospiciente, i cui ombrelloni si sono rovesciati nel corso di un recente temporale. Sempre la Gazzetta dà notizia dell'apertura del primo punto vendita – Acqua e Sapone di articoli per la casa – che prenderà posto nel grande parallelepipedo commerciale eretto di fianco a Interspar, in attesa dell'inaugurazione ufficiale del 10 settembre prossimo, quando apriranno anche tutte le altre insegne: Takko, il Globo, Cisalfa, Trony, Arcaplanet, Vero Caffè. Il fast food Old Wild West sorgerà invece in un altro parallelepipedo lì a fianco.

4291 visualizzazioni