Carpi sui giornali. Il confronto fra i candidati. Ventenne muore in un incidente

Carpi sui giornali. Il confronto fra i candidati. Ventenne muore in un incidente

Due le notizie di rilievo, oggi, su Carlino e Gazzetta. La prima, che si prende entrambe le aperture, è il confronto fra i quattro candidati a Sindaco di Carpi che si è svolto nel pomeriggio di ieri per iniziativa di Confabitare. Molto dettagliato il resoconto della Gazzetta, un poco più sintetico quello del Carlino, ma parlare di candidati che "sferrano l'attacco a Bellelli”, come fa il Carlino nella titolazione, appare un tantino eccessivo, visto che non sono apparsi affatto uniti in un fronte comune (basterebbe pensare alle battute sulla sicurezza rifilate da Monica Medici a Federica Boccaletti). Ed eccessivo appare anche il riferimento alle "scintille”, per un confronto piuttosto tranquillo che si è mantenuto nei binari degli argomenti contrapposti, senza animosità. 

Nell'elencazione dei rispettivi argomenti e punti di vista a proposito di centro storico, gestione del territorio, ristrutturazioni edilizie, emergenza abitativa che costituivano il filo conduttore scelto dagli organizzatori, è sfuggita ai quotidiani una esplicita presa di posizione del Sindaco contro l'idea di un campo da golf da ricavare nell'area verde oltre la ferrovia che si usa definire "Parco Lama”. Per il resto, i resoconti sottolineano l'appello alla riorganizzazione della Polizia municipale partito sia da Boccaletti che da Medici, la questione della sicurezza in tutte le sue sfaccettature e imperniata da Michele Pescetelli (di Carpi Futura) sulla richiesta del vigile di quartiere, la rivendicazione da parte di Medici della battaglia condotta dai 5 Stelle contro la cementificazione, la critica di Boccaletti a Bellelli sul rinvio al futuro di cose che avrebbero dovuto essere fatte nel passato, la comune contrarietà all'estensione della Ztl anche nella versione annacquata suggerita da Bellelli.

 

 

L'altra notizia del giorno è il tragico incidente che è costato la vita a un giovane operaio di San Martino in Rio, reduce con gli amici da una nottata in discoteca a Carpi, città in cui il ragazzo aveva frequentato il Vallauri. La Punto sulla quale viaggiava con altri tre ragazzi, seduto nel posto a fianco del conducente, per cause ancora da accertare è sbandata sulla stretta via che fiancheggia il Tresinaro, poco prima di San Biagio, all'altezza dell'incrocio con la via Spampanina. I ragazzi si sono ritrovati imprigionati a testa all'ingiù nella vettura capovolta nell'acqua fangosa del canale. Tre di loro ce l'hanno fatta a rompere i finestrini e a liberarsi, cosa che non è stata possibile per il giovane, nonostante gli sforzi per sbloccare la portiera.

 

Ieri è stato anche il giorno della inaugurazione del Centro pastorale diocesano di Sant'Antonio in Mercadello intitolato a Mario Gasparini-Casari: sarà un luogo di incontri, di ritiri spirituali, di attività culturali ed educative. La notizia è riportata di spalla dalla Gazzetta.

963 visualizzazioni