Carpi sui giornali. Gli appuntamenti di Natale: il cuore in piazzale Re Astolfo

Carpi sui giornali. Gli appuntamenti di Natale: il cuore in piazzale Re Astolfo

Le iniziative di Natale, illustrate in apertura dal Carlino e di taglio basso dalla Gazzetta, hanno ampio risalto sulle pagine odierne di Carpi. Il bando che si chiudeva il 25 ottobre e per il quale il Comune aveva messo a disposizione 45 mila euro dovrà ora essere perfezionato con la presentazione dei progetti – c'è tempo fino al 9 novembre – ma in linea di massimo la rassegna natalizia ha già i propri punti fermi: luminarie a carico dell'Amministrazione, mercatini del volontariato sotto i portici dei corsi Fanti e Cabassi, artisti di strada aggiudicati a un'agenzia ferrarese, piazzale Re Astolfo e giardini del Teatro cuore della kermesse, vista l'impossibilità di utilizzare il parco delle Rimembranze per i lavori in corso, e  destinati dunque a ospitare il villaggio di Natale, i gonfiabili e la pista di pattinaggio di ghiaccio vero, sperando non si verifichino gli inconvenienti del sollevamento dei cubetti di porfido come accadde anni fa. Dal canto loro i commercianti installeranno 200 alberi in piazza, ma non saranno da meno, quanto a luci e alberi, i loro colleghi di via Ugo da Carpi e via Cuneo. E in fatto di alberi, quello gigantesco tutto luci tornerà a troneggiare all'imbocco di corso Alberto Pio. Gli stanziamenti del Comune non hanno invece stimolato proposte per il trenino e per piazza Garibaldi. E si resta in attesa di conoscere quale sarà l'iniziativa da 90 mila euro per il Capodanno.

 

La sola altra notizia condivisa oggi dai due quotidiani è la denuncia di un 30enne residente a Reggio Emilia. Si tratta del topo d'auto che mesi fa rubò una borsetta dal sedile di una vettura dopo averne infranto il finestrino, La Polizia lo ha incastrato grazie a un'impronta digitale che corrispondeva con un'altra in banca dati per un furto precedente.

 

Solo la Gazzetta riporta invece la notizia di un tentativo di furto in un'azienda agricola della isolata via Pecorelle, a Migliarina. I ladri hanno tentato di portarsi via quattro dei sette trattori dell'azienda, senza riuscirvi, ma danneggiandoli nel tentativo di farli partire. In compenso, una settimana prima, il colpo era riuscito nell'abitazione, con asportazione di tutto quello che avevano trovato, dai prosciutti alle macchine fotografiche, per un valore di 13 mila euro.

 

528 visualizzazioni