Carpi sui giornali. Ennesimo cambio nella ditta incaricata per la Casa della Salute. In vigore il nuovo tariffario dei taxi. Donna rapinata di auto e borsetta.

Carpi sui giornali. Ennesimo cambio nella ditta incaricata per la Casa della Salute. In vigore il nuovo tariffario dei taxi. Donna rapinata di auto e borsetta.

Rilievo a parti invertite, oggi, hanno dato i quotidiani locali a due notizie in particolare: l’introduzione delle nuove tariffe dei taxi e lo scioglimento del contratto da parte dell’Ausl nei confronti di Elettroservice Group srl, impresa incaricata della realizzazione della Casa della Salute. 

\r\n\r\n

Quest’ultima notizia occupa l’apertura del Carlino, il fondo pagina della Gazzetta. L’Ausl ha infine licenziato l’ultima ditta aggiudicataria dei lavori della struttura di via Peruzzi, il cui cantiere giace immobile ormai da tempo. E’ l’ennesimo intoppo a un progetto che ha visto l’avvio, dopo una lunga fase di concertazione, nel luglio 2018. A quel tempo i lavori, del valore di circa 4 milioni di euro a carico dell’Ausl che prevedeva sarebbero finiti in due anni, erano nelle mani della casertana Tes Energia di Marcianise, fallita nel dicembre dello stesso anno. Fu quindi la volta della Elettroservice Group che tuttavia, dopo aver ceduto un ramo d’azienda lo scorso ottobre divenendo Elettroservice Group srl, non ha più avuto i requisiti per procedere. Ora l’Ausl predisporrà la nuova procedura per l’aggiudicazione dei lavori che nel più breve tempo possibile dovrebbe sbloccare definitivamente la situazione.

La Gazzetta dal canto suo sceglie di focalizzarsi sull’accordo tra Cotamo e Amministrazione iniziato nel 2015 e sancito a fine 2019 grazie all’impegno di Antonio Altiero e Andrea Milani di Cotamo, del vicesindaco Stefania Gasparini e della commissaria della Polizia locale Emanuela Pezzali (foto Carlino). Il 1° gennaio sono dunque entrate in vigore le nuove tariffe attive in città e nella cosiddetta area vasta (Campogalliano, Bastiglia, Soliera e Novi) che agevoleranno in particolare le corse urbane da e per il Ramazzini, il Policlinico e Baggiovara, le donne che viaggiano sole o con bambini nelle ore notturne e i pensionati e disabili dotati di abbonamento agevolato Seta. Ci sarà un piccolo aumento delle tariffe extraurbane, pari al 6,66 per cento; del 3,03 per cento nel costo del pedaggio autostradale; e del 9,09 per cento quanto alle tariffe urbane, in realtà inferiore in virtù del fatto che gli scatti di partenza feriale, notturno e festivo restano immutati. L’accordo parte da fondamenta sempre più salde: nel 2019 le corse sono state 26.878, con un aumento del 10,26 per cento rispetto al 2018. 

Grave, infine, l’episodio di cronaca nera condiviso dalle due testate. Una donna, nel pomeriggio di ieri, è stata rapinata della propria auto e della borsa da tra banditi. Il fatto è accaduto in via Giovanni XXIII e su di esso indaga la Polizia. 

1256 visualizzazioni