Carpi sui giornali: due ristoranti nelle cronache per ragioni diverse. Boccaletti contro Bellelli per l'ospedale

Carpi sui giornali: due ristoranti nelle cronache per ragioni diverse. Boccaletti contro Bellelli per l'ospedale

Due ristoranti, oggi, al centro delle cronache locali, sia pure per ragioni molto diverse. Quello che apre la pagina della Gazzetta è il Bistrò 53 che la Cooperativa Nazareno gestisce nello spazio verde a ridosso di Villa Chierici, in località Santa Croce. Secondo il quotidiano, il locale sta vivendo un momento di particolare fulgore per due fattori attrattivi: è il tipico locale estivo, con begli spazi all'aperto arricchiti da fiori e piante e tavoli disposti nel verde; vanta un cucina di ottimo livello, affidata a una chef professionista. L'idea di un siffatto locale, spiega il Presidente della Cooperativa che lo gestisce, è nata dall'intento di fornire una ulteriore occupazione alle persone con disabilità che la Nazareno ospita e segue nella cittadella in fondo alla via Bollitora. Quelle fra loro che si sono dimostrate disponibili, spiega il Presidente, vi si sono impegnate a fondo, trovando stimoli e un'occasione di lavoro. E ora il locale è decollato come ristorante e bar.

 

 

Di tutt'altro tenore il quadro che il Carlino fornisce in apertura del ristorante I Laghi che sorge nel cuore dell'area dei laghetti Curiel, a Campogalliano. Il titolare lamenta i danni ingenti che il locale, aperto nel 1988, ha subito negli ultimi due anni a causa delle continue esondazioni: un fenomeno dal quale la zona in cui sorge era stata ritenuta immune, tant'è che, insieme al locale, vi è stata ricavata un'area giochi per bambini. Ma dal 2017 le piene si sono susseguite, con notevoli danni e blocco dell'attività. E ora il gestore chiede a Regione e Aipo che intenzioni abbiano sul destino dell'area, cosa della quale neppure il Sindaco di Campogalliano è al corrente, limitandosi a osservare che sono in corso lavori di disostruzione al sistema di scolo delle acque.

 

 

A fondo pagina la Gazzetta riporta le risposte dalla leghista Federica Boccaletti ai quesiti avanzati dal Sindaco in materia di sistema sanitario. L'esponente locale del Carroccio spiega che la Lega non era presente in Consiglio quando Bellelli ottenne l'unanime nulla osta per valutare in Regione la prospettiva di un nuovo ospedale per Carpi; si meraviglia di quesiti affidati ai social e non al confronto diretto; si chiede che fine farebbe il “vecchio” Ramazzini se si costruirà una nuova struttura che in ogni caso, ribadisce, dovrà risultare utile anche alla Bassa.  

 

6517 visualizzazioni