Carpi sui giornali. Carpi città intelligente. Il fronte comunale delle opere. La protesta di via Remesina

Carpi sui giornali. Carpi città intelligente. Il fronte comunale delle opere. La protesta di via Remesina

Un passo importante verso la città intelligente, la smart-city. Così oggi in apertura il Carlino presenta il progetto pilota sottoscritto dall'assessore Riccardo Righi, nella foto, a nome della Giunta con Lepida, la società della Regione che si occupa dello sviluppo digitale, per dotare la città, entro fine anno, di una rete di sensori in grado di trasmettere informazioni sulla concentrazione di polveri sottili nell'aria, sui flussi del traffico veicolare, su umidità e temperatura e sul livello delle acque dei canali. Il tutto, nell'ottica di dar vita a un territorio intelligente, basato sul cosiddetto Internet delle cose (Iot), che permetta di approntare in ogni momento misure e contromisure. Conoscere per pianificare: questo in sintesi il senso del progetto, considerato pilota a livello regionale se non addirittura nazionale.

 

La Gazzetta prende spunto, in apertura, dal primo stralcio dei lavori in corso sul Torrione degli Spagnoli, che dovrebbero concludersi entro l'anno con la consegna del monumento al grezzo prima delle opere di rifinitura e funzionali, per diffondersi sugli interventi in cui è impegnato oggi il Comune, dalla Ztl ai progetti della Fondazione (palazzetto dello sport, parco Santa Croce e polo tecnologico) per i quali ieri sera il Consiglio ha approvato l'atto preliminare di indirizzo.

 

 

A fondo pagina il Carlino ritorna sulle contestazioni del Comitato di via Remesina pronto di nuovo a mobilitarsi dopo lo slittamento di un mese dei lavori di riasfaltatura della strada.

496 visualizzazioni