Monari: il nome della ceramica

Monari: il nome della ceramica La sede ottenuta traformando un insediamento rurale nel quartier generale dell’azienda. Oggi è uno straordinario show room per i prodotti espressi dalle più...

Monari: il nome della ceramica La sede ottenuta traformando un insediamento rurale nel quartier generale dell’azienda. Oggi è uno straordinario show room per i prodotti espressi dalle più avanzate tecnologie del distretto ceramico

Serve spazio, oggi, per poter dispiegare in tutti i suoi aspetti il livello di creatività e innovazione raggiunto dalla produzione ceramica. Lo spazio che Monari – da quasi mezzo secolo a Carpi il nome stesso della ceramica per pavimenti e rivestimenti – ha trovato e ampliato nella Casa Mostra, l’insediamento rurale ristrutturato e adibito dal 2004 a magazzino e show room che si trova in via Gargallo Est, prendendo a destra subito dopo il cavalcavia ferroviario tra Carpi e Limidi.

 

La storica vetrina di via Lama da cui ha mosso i primi passi l’azienda fondata nel 1969 da Franco Monari, non bastava più per trasmettere un’idea dell’ampiezza dell’offerta o anche solo per le nuove dimensioni dei moduli da rivestimento e pavimento. Dopo la scomparsa del padre avvenuta tre anni fa, i figli Fabrizio e Stefania Monari, rinunciato a via Lama, hanno scelto di dare continuità all’impresa familiare trasferendone il quartier generale nella Casa Mostra. Hanno ottenuto così anche un secondo risultato: quello di avvicinare la progettazione e i servizi legati alla vendita alla possibilità di visionare in show room l’assortimento in tutte le sue peculiarità quanto a effetti, materiali, dimensioni. «Non abbiamo mai pensato a un’esposizione “da scaffale” dei nostri prodotti – conferma al riguardo Fabrizio Monari –. La Casa Mostra ci permette di ambientarli, fornendo un’idea più precisa al cliente che, con l’aiuto dei nostri tecnici, può confezionare l’acquisto su misura».

 

Del resto, se c’è una caratteristica che evoca il nome Monari, questa è proprio la varietà di proposte che l’azienda ha sempre saputo offrire, per venire incontro alle aspettative più diverse in fatto di qualità e prezzi e per ogni tipo di clientela, dal privato allo studio di ingegneria e architettura per finire alle imprese di costruzione. Ceramica, legno, marmo, pietre naturali, mosaico, graniglie, il tutto completato dalle proposte della succursale Cristalbagno di via Spallanzani per le soluzioni d’arredo legate al bagno: non esistono forme e materiali, dai più tradizionali a quelli a maggior contenuto innovativo, che non trovino la loro declinazione per rivestimenti e pavimenti alla Casa Mostra Monari. Dove trovano spazio anche le ultime tendenze: «Sono gli effetti – riprende Fabrizio Monari – ottenuti con le lavorazioni ceramiche. Qui è come se la ceramica abdicasse alla propria identità, per somigliare a qualche cosa di diverso come il legno, il marmo, le resine, i cementi. Di conseguenza ha dovuto adattarsi anche ai formati tipici dei materiali imitati, che infatti escono dai forni e dalle presse del distretto ceramico in dimensioni che non hanno più nulla in comune con la classica piastrella».

 

L’altro segno di continuità che Fabrizio e Stefania Monari hanno voluto imprimere nella loro gestione dell’azienda è il servizio: «E’ un’assistenza completa che forniamo – sottolinea Fabrizio Monari –. Dalla progettazione e dalla scelta dei materiali alla consegna e alla posa in opera con artigiani specializzati, con noi il cliente non è mai solo».

52 visualizzazioni