Un Greg indisposto è d'argento sugli 800

Battuto da Romanchuk

Un Greg indisposto è d'argento sugli 800

Ancora afflitto da problemi intestinali

Cuore e coraggio negli europei di Gregorio Paltrinieri che, dopo il bronzo nei 1500 stile, conquista l'argento negli 800 nonostante i problemi intestinali che lo stanno condizionando pesantemente durante questa settimana. 

SuperGreg - argento nel 2012 a Debrecen e campione a Berlino 2014 e Londra 2016,  nonché bronzo mondiale in carica alle spalle dell'assente Gabriele Detti (autore del record europeo per l'oro a Budapest in 7'40"77) - si conferma campione assoluto, uomo vero che non cerca alibi e scusa ma che accetta sempre la sfida, e chiude in 7'45''12 ottava prestazione personale di sempre, preceduto solo dall'ucraino Mykhaylo Romanchuk  - già oro nei 400 e secondo nei 1500, bronzo continentale negli 800 e nei 1500 a Londra 2016 e vice campione nei 1500 a Budapest 2017 dietro a Paltrinieri - in 7'42''96; terzo il campione europeo dei 1500, il tedesco Florian Wellbrock - domenica impegnato nella 25 km in acque libere - in 7'45''60. 

"Sicuramente stavo meglio rispetto ai 1500, anche se in mattinata non sono stato molto bene. Ho nuotato un tempo siglato al Sette Colli sotto carico. Dispiace essere in questi condizioni a un evento così importante - spiega il 23enne di Carpi, allenato al centro federale di Ostia da Morini e tesserato per Fiamme Oro e Coopernuoto - Tutto sommato ne esco con la convinzione di aver dato sempre il massimo. Gli altri sono andati più forte di me, ma con loro ci rivederemo il prossimo anno". Questi i passaggi di Paltrinieri ogni 100 metri: 56''23, 1'54''58, 2'53''78, 3'52''77. 4'51''38, 5'49''62, 6'47''78. 

492 visualizzazioni