Una fiaba da tutto esaurito

Una fiaba da tutto esaurito

Sold out per lo spettacolo Cenerentola andato in scena al Pavarotti

Teatro pieno e oltre 500 le visualizzazioni dello spettacolo su piattaforme on line per La Cenerentola, allestimento firmato da Appennino InCanto in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena e Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi Tonelli di Modena e Carpi, nel contesto del più ampio programma Modena Città del Belcanto, andato in scena alle 21 al Teatro Comunale di Modena.

La diretta streaming ha registrato connessioni da Italia, Francia, Spagna, Germania, Portogallo, Libano e Canada.

Applausi scroscianti per i 248 bambini provenienti dai 5 comuni dell’Appennino piccoli protagonisti dello spettacolo insieme al giovane cast composto da  Beatrice Mezzanotte nel ruolo di Cenerentola, Eugenio Di Lieto nel ruolo di Don Magnifico, Antonio Garès nel ruolo di Don Ramiro, Gaia Matteini nel ruolo di Clorinda, Veronica Esposito nel ruolo di Tisbe, Daniele Terenzi nel ruolo di Dandini, Giulio Alessandro Bocchi nel ruolo di Alidoro, e per il maestro Angelo Gabrielli, direttore musicale e artistico del progetto. 

Francesco Farioli ha invece coperto il ruolo del simpatico narratore. La regia è stata firmata da Pierluigi Cassano. L’orchestra era formata da studenti dell’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli di Modena e Carpi.

"Auspico che questo possa essere un primo passo – commenta Gabrielli – per far avvicinare i bambini della montagna alla musica colta e per gli adulti, perchè possano riviverla e riscoprirla. Personalmente sono diventato un musicista perché nel mio piccolo paese dell’ Appennino c’era una banda (ora quasi estinta) che faceva corsi musicali e che mi ha avviato allo studio della musica che poi ho proseguito in conservatorio a Bologna. La mia speranza e il mio sogno è che qualcuno di questi 248 bambini dell’Appennino esca da questa esperienza con il mio stesso desiderio.Vorrei di nuovo ringraziare tutti i comuni dell’Appennino, il Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena e l’Istituto Vecchi Tonelli di Modena e Carpi, dove insegno da quasi 40 anni, che hanno accolto questo progetto e mi hanno permesso di realizzarlo e Bper, sponsor che ha voluto sostenere la nostra iniziativa regalando i costumi per piccoli protagonisti dello spettacolo”.

 

Ph Rolando Paolo Guerzoni

1773 visualizzazioni