Dall'Olio mette in scena un audace Oscar Wilde

Il 17 maggio

Dall'Olio mette in scena un audace Oscar Wilde

CARPI –  È una raffinata commedia incentrata  sul valore della parola nelle  sue molteplici sfaccettature il nuovo  spettacolo che il Teatro di Corte  porterà in scena mercoledì 17 maggio,  alle 21, in Teatro Comunale.

Si  intitola “Il signore e la signora Fortuny”,  si basa su alcune scene scritte  da Oscar Wilde e sul testo di Frank  Harris liberamente riadattato nei  dialoghi da Marius Duacaliga. La  rappresentazione è nuova e inedita,  anche perché si tratta di una vera e  propria “chicca” realizzata dopo una  laboriosa ricerca condotta da Paolo  Dall’Olio (nella foto), regista e direttore  del Teatro di Corte. 

«Nel 1894 Oscar Wilde scrisse  una commedia dal titolo “Constance”  della quale però sono pervenute  soltanto poche scene –  spiega  Dall’Olio –.  Dopo la sua morte, lo  scrittore irlandese Frank Harris portò  a termine il testo teatrale intitolandolo  “Mr. and Mrs. Daventry”. Lo  spettacolo fu un grande successo  di pubblico con ben 121 rappresentazioni,  ma la critica moralista lo  stroncò gridando allo scandalo e  definendolo una “commedia spazzatura”.  Così il testo venne censurato  e mai più messo in scena. Fu  ripreso per una lettura radiofonica  nel 1950 e qualche anno dopo, nel  1956, venne pubblicato in pochissime  e costosissime copie. Dopo  una lunga ricerca, ho chiesto a una  conoscente che abita a Londra di  trovarmi quest’opera rara e l’ho fatta  tradurre».  Ma come mai questo testo di  Harris fece così scandalo? «Per il  tema trattato, vale a  dire l’adulterio –  precisa  il regista –,  e per  la descrizione di alcuni  “divertimenti” in  voga tra la fine dell’Ottocento  e i primi del  Novecento come la  flagellazione durante  il gesto erotico». 

La rappresentazione  del Teatro di  Corte ha un altro titolo  e anche i nomi  dei personaggi sono  cambiati. La trama  invece, ambientata ai giorni nostri,  rimane piuttosto fedele all’originale  ed è più che mai attuale. Racconta le  vicissitudini di una donna per bene  dell’alta società (Adele Fieschi Fortuny  interpretata da Sara Gozzi) che  è fidanzata con un uomo premuroso  e attento (Alfredo Fortuny alias Renato  Bassoli) che dopo la celebrazione  del matrimonio rivelerà la sua  vera natura di cinico e adultero. Una  volta scoperti i tradimenti del marito,  la signora Fortuny non intende  sopportare in silenzio: scappa da  casa e si rifà una vita con un altro  uomo del quale è profondamente  innamorata. «È una sorta di eroina  femminile –  conclude Dall’Olio –  che invece di sottostare alle rigide  regole dell’alta borghesia sceglie la  libertà e la felicità». 

Tra gli altri interpreti  della commedia  (realizzata con la collaborazione  di Cefac,  il patrocinio del Comune  e il sostegno della  Fondazione CR Carpi):  Simone Olivieri, Ferdinando  Napolitano,  Bianca Maria Amendola,  Elena Barbieri, Lina  Taddeo e Milva Zanasi.  Il biglietto di ingresso  costa 12 euro ed è acquistabile  presso la  biglietteria del Comunale  che sarà aperta il pomeriggio  di martedì 16 (15-19) e mercoledì  17 dalle 15 fino all’inizio dello spettacolo. 

249 visualizzazioni