Nicola Cavagnaro presenta il suo libro alla Mondadori

Domani (mercoledì 26 luglio) alle 21

Nicola Cavagnaro presenta il suo libro alla Mondadori

Ascesa e caduta di Jimmy Sullivan, da grande promessa del calcio inglese di fine anni '90 a relitto umano, solo e in preda alla dipendenza dall’alcol: la sua vicenda è narrata – o meglio, è proprio il protagonista a raccontarla direttamente, confidandosi con la persona che, per lui, somiglia di più ad un amico, il gestore dell’unico pub dell’isola di East Dongey – in "Confessioni di un ubriacone dai piedi buoni", primo romanzo del genovese Nicola Cavagnaro che, mercoledì 26 luglio alle 21 l’autore presenterà, dialogando con la giornalista Maria Silvia Cabri, sul rialzato di piazza Martiri a Carpi, nell’ambito degli incontri che la Libreria Mondadori promuove, insieme all’associazione culturale MacGuffin, in occasione dei Mercoledì d’Estate.

Oltre che in prima persona, a raccontare la vicenda esistenziale di Jimmy Sullivan – personaggio uscito dall’immaginazione dell’autore, ma che a molti non potrà non ricordare le mitiche figure di calciatori ‘maledetti’ come George Best, Éric Cantona o Paul Gascoigne – sono anche interviste, articoli di giornale che un cronista raccoglie per realizzare un servizio televisivo.

Il giornalista incontra compagni di squadra, allenatori, amici d'infanzia, e ognuno racconta un episodio, uno spezzone della vita di Jimmy. C'è la bella Elizabeth con cui vive una storia intensa e distruttiva, primo passo del suo crollo, c'è l'infortunio che lo blocca per mesi e segna indelebilmente la sua carriera e la storia di Robert Iverson, un altro calciatore, che fa di tutto per riuscire a diventare un professionista ma che, per un amaro scherzo del destino, causa l'infortunio a Jimmy e viene abbandonato da tutti.

E poi c'è lui, Jimmy Sullivan, la sua quotidianità nell'isola natia in cui si è rifugiato, la vita scandita dalla bottiglia e dal sussidio di disoccupazione, la solitudine e i ricordi che, stimolati dal giornalista, riemergono e lo costringono a "confessarsi", rinunciando a menzogne e scuse, per guardare in faccia la realtà.

Nato a Chiavari nel 1983, Nicola Cavagnaro ha studiato Filosofia all’Università di Genova e a Bergen (Norvegia). Giornalista, addetto stampa, telecronista sportivo, lavora all'ufficio stampa della Regione Liguria. Confessioni di un ubriacone dai piedi buoni è il mio primo romanzo.

Incontro a partecipazione libera e gratuita.

784 visualizzazioni