La letteratura crea mondi

Emilia Ficarelli sul filo conduttore della Festa del Racconto

La letteratura crea mondi

CARPI – A cinque anni dal terremoto, la dodicesima  edizione della Festa del Racconto, che  si svolgerà tra Carpi, Campogalliano, Soliera  e Novi dal 24 al 28 maggio, propone una  riflessione sul tema dell’architettura intesa  nella forma più concreta di disciplina di costruzione  e ricostruzione di edifici, paesaggi  antropizzati e sistemi urbani.

Ma qual è il  legame con la narrativa, che è sempre stata  il cuore pulsante di questa rassegna, considerata  uno dei fiori all’occhiello delle iniziative  culturali carpigiani?  Lo si può desumere già dal titolo, “Costruire mondi.  Luoghi e architetture come riflessi di storie”, come spiega  Emilia Ficarelli, direttrice del Castello dei Ragazzi e  coordinatrice generale dell’organizzazione della Festa.  «Nonostante il tema così specifico, che mancava nelle  edizioni precedenti, abbiamo mantenuto il racconto  al centro della “scena” –  afferma Ficarelli –.  D’altronde  il legame tra architettura e letteratura esiste, perché  entrambe sono caratterizzate da un processo creativo  e inoltre la letteratura ha il potere di interpretare e  costruire, appunto, luoghi intesi come territori abitati  e vissuti dall’uomo. Senza dimenticare i luoghi della  fantasia e le atmosfere immaginarie che escono dalla  penna degli scrittori». 

Sarà dato anche ampio spazio alla rilettura di ambienti  e luoghi non soltanto tramite la narrativa, ma  anche attraverso i linguaggi del teatro, della musica,  delle arti figurative e della moda. In questo senso, il  lavoro al progetto della Festa del Racconto è stato “corale”  e ha coinvolto un po’ tutti gli istituti culturali della  città: dai Musei al Teatro, dalla Biblioteca al Castello dei  Ragazzi. Al contrario degli anni passati, quando l’incarico  della programmazione era affidato a un direttore  artistico esterno, stavolta la “regia” della kermesse è  stata curata “internamente” dal settore Cultura del  Comune: alla stesura della programma hanno contribuito,  oltre alla Ficarelli, Anna Prandi (direttrice della  Biblioteca Loria), Manuela Rossi (direttrice dei Musei  civici) e Marco Rovatti (direttore del Teatro comunale)  con la collaborazione delle freelance Chiara Codeluppi  e Sonia Folin. A raccontare di città abitate, visitate o  vissute, per capire l’importanza dei territori saranno i  70 protagonisti dei 59 eventi (il programma completo  è consultabile sul sito www.festadelracconto.it).

Tra gli  ospiti, diversi nomi noti della narrativa, del teatro, della  musica e delle arti figurative come i giornalisti Massimo  Gramellini, Federico Rampini, Corrado Augias e gli  scrittori Michela Marzano, Donatella Di Pietrantonio,  Raul Montanari, Alessandro Robecchi, Mauro Covacich,  Andrea Vitali, Nicolai Lilin, Guido Catalano e la stilista  Anna Molinari che parlerà del suo libro autobiografico  “La regina delle rose. Una favola vera”.  «Tra le novità di questa edizione – aggiunge Emilia  Ficarelli, che a fine anno, dopo il pensionamento di  Anna Prandi, assumerà anche la direzione della Biblioteca  Loria –  segnaliamo: Cinebus, un autobus itinerante  della compagnia Teatro dell’Orsa che farà tappa  davanti alle sale cinematografiche cittadine chiuse; i  quattro incontri con aperitivo della rassegna “Abitare  il romanzo” al cortile del Palazzo della Pieve; l’installazione  a Palazzo dei Pio “Una particolare seduzione”  dedicata alle illustrazioni pubblicate dallo studioso di  architettura Hans Semper che restituiscono una Carpi  che non esiste più». 

Il programma dedicato ai ragazzi è particolarmente  ricco e propone incontri, laboratori, letture e spettacoli.  Tra i protagonisti: la botanica Marianna Merisi e  gli scrittori Fabrizio Silei, Fabio Geda e Kevin Brooks  (uno dei più interessanti autori nel panorama della  letteratura young adult). «Il primo piano della Torre  dell’Uccelliera ospiterà inoltre un’originale installazione  dell’architetta e illustratrice Emanuela Bussolati  – conclude Ficarelli –. Un labirinto di teli trasparenti  condurrà alla scoperta di una città fantastica, un luogo  simile a una città sognante di Italo Calvino» 

937 visualizzazioni