Residenti contro la Casa del Papà della Diocesi, Frecciargento contestata. Severi e la Bottega di Leonida

Residenti contro la Casa del Papà della Diocesi, Frecciargento contestata. Severi e la Bottega di Leonida

La frase del giorno viene riportata oggi in apertura dalla Gazzetta ed è attribuita a Massimo Fontanarosa, direttore di Confcommercio, ma qui nei panni di un residente nel quartiere: «O la Chiesa è forse a favore della cementificazione?». Il quesito, che avanza dubbi circa il rispetto del Creato, se non da parte della Chiesa, certamente da quella della Curia di Carpi, si lega all’intento della Diocesi di realizzare la Casa del Papà (con l’accento) in un fazzoletto di verde di sua proprietà nel quartiere compreso tra via Orazio Vecchi e via Nuova Ponente, a suo tempo destinato dal Prg all’erezione di una chiesa che non è mai stata realizzata. Non è valso che la prima pietra sia stata sottoposta alla benedizione del Papa (senza accento) in occasione della sua visita a Carpi: i residenti contestano vivacemente il progetto di realizzare qui una struttura di accoglienza per i padri rovinati da separazioni e divorzi, in qualche caso costretti a vivere in garage o a dormire in auto, non disponendo più di mezzi tutti devoluti negli assegni per il mantenimento dei figli. Le motivazioni addotte sono che l’area verde è mantenuta a spese di chi abita nelle villette e nei condomini dei dintorni, in qualche caso convinti a prender casa qui proprio con la garanzia che quell’area verde sarebbe stata mantenuta.

Si annunciano petizioni e un lungo contenzioso.

 

 

Di tutt’altro tenore l’argomento con cui apre il Carlino: la protesta, questa volta di Federconsumatori a nome dei pendolari della linea Modena Mantova, per i disservizi prodotti dal transito della Frecciargento, specie per il treno regionale che parte da Modena alle 21,09 e arriva a Mantova costantemente con dieci/venti minuti di ritardo. Il gioco di 50/60 viaggiatori imbarcati dalla Frecciargento sulla tratta contro una capienza di 430, dice in sostanza Federconsumatori, non vale la candela dei ritardi causati alle corse di cui fruiscono i pendolari.

 

La seconda apertura della Gazzetta è riservata all’ingegnere e consigliere comunale dei 5 Stelle Luca Severi che, lasciato l’impiego alla Gambro, ha deciso di dedicarsi alla sua passione principale, la cucina, aprendo a San Marino la Bottega di Leonida, negozio di alimentari con ristorante specializzato in prodotti naturali.

 

Di spalla, il Carlino si occupa invece dell’inaugurazione di Moda Makers, la rassegna ospitata in questi giorni in piazzale Re Astolfo, riportando i primi entusiastici parere degli espositori, felici dell’arrivo di molti buyer stranieri.

2400 visualizzazioni