Chiusura temporanea Asian Store. Un incidente sul lavoro. Un tentato furto. Blitz della Polizia

Chiusura temporanea Asian Store. Un incidente sul lavoro. Un tentato furto. Blitz della Polizia

Giornata movimentata, quella di ieri fra provvedimenti dell’autorità giudiziaria, incidenti e tentativi di furto.

Apriamo con il Carlino che dedica l’articolo principale alla decisione del Questore di far chiudere per trenta giorni il Sanhdal Asia Store di via Giuseppe Rocca da anni al centro di polemiche essendo il punto di riferimento di diversi sbandati definiti dall’ordinanza del Questore “individui pregiudicati e pericolosi per la sicurezza pubblica”. Fra loro c’erano spacciatori, italiani e stranieri, e soggetti dall’ubriacatura facile – spesso degenerata in risse – abituati a radunarsi nel vicino parchetto di San Nicolò, divenuto – sottolinea il quotidiano – una sorta di terra di nessuno. All’origine dell’iniziativa c’è stato l’esposto presentato ai suoi superiori dalla dottoressa Amato, vice questore a Carpi, a propria volta mossa da una lettera dei genitori degli alunni della vicina media Alberto Pio che le avevano segnalato la condizione di degrado sociale e fisico del parchetto, attraversato quotidianamente da frotte di ragazzi che gravitano intorno alla scuola. La notizia è ripresa di taglio basso anche dalla Gazzetta.

 

E sempre fra le notizie condivise dai due quotidiani c’è l’incidente occorso a un operaio edile mentre stava effettuando lavori di manutenzione su un condominio di via Marx: scivolato da una impalcatura è caduto dentro un balcone al primo piano sbattendo la testa. Trasportato con l’elisoccorso a Baggiovara, le sue condizioni non destano preoccupazioni.

 

La Gazzetta riporta di un principio d’incendio sviluppatosi in una villetta di Cortile, prontamente domato dai Vigili del Fuoco, e di un blitz della Polizia di Stato nella sala scommesse di viale De Amicis: un controllo a tappeto per verificare la presenza eventuale di minori o di pregiudicati.

Il Carlino riferisce invece di un tentativo di furto ai danni della concessionaria Giorgio Ferrari di via Lama: l’allarme ha messo in fuga, alle 2,40 del mattino, i ladri che hanno lasciato traccia del loro passaggio nel cancello esterno forzato e nella porta a vetri sfondata. L’ipotesi è che i malviventi volessero portarsi via una delle auto esposte.

1066 visualizzazioni