Oggi sui giornali. VDP, il bando di vendita. Opere comunali. Progetto camere ardenti. Verdi e acquedotto

Oggi sui giornali. VDP, il bando di vendita. Opere comunali. Progetto camere ardenti. Verdi e acquedotto

Si precisano meglio oggi, grazie al Carlino che ne riferisce a fondo pagina, i contorni della presunta “corsa” all’acquisto di Via delle Perle dopo il fallimento (foto Gazzetta). 

L’unica corsa, al momento, è quella che ha fatto la curatrice fallimentare, Rosanna Pignagnoli, che – come le viene riconosciuto dal sindacalista della Cisl, Roberto Giardiello, intervistato dal quotidiano – non ha perso tempo per pubblicare l’avviso di vendita dell’azienda: 1,6 milioni di euro è la base di partenza che include i 23 dipendenti, il marchio, magazzino, impianti e attrezzature nonché i contratti di agenzia e di distribuzione in essere. Sono esclusi, invece, gli ordini relativi ai capi della collezione 2017-2018, i capi finiti a magazzino della stessa collezione, i debiti e i crediti che fanno capo all’azienda fallita. Le offerte al rialzo non potranno essere inferiori a 80 mila euro. I dipendenti, ovviamente, sperano.

 

 

Quando la giornata non offre notizie, si può sempre attingere dal piano degli investimenti del Comune – che è lì da un anno – e sparare nelle locandine la notizia che stanno per iniziarsi i lavori sul Torrione e per il nuovo Municipio. E’ la Gazzetta, nel caso specifico, che non va tanto per il sottile, riportando anche nella titolazione del servizio che municipio nuovo e Torrione sarebbero le priorità del piano triennale. L’articolo, invece, è molto più moderato e circostanziato, limitandosi a elencare le opere più importanti contenute nel piano e distribuite fra il 2018 e il 2020: un servizio che poteva essere pubblicato sei mesi fa come fra sei mesi.

 

La vera notizia, in fatto di opere, la Gazzetta la riporta a metà pagina: ed  è l’esistenza di un progetto per il rinnovo delle camere ardenti e la rimozione dell’amianto dalle coperture che, coerentemente con una promessa del direttore Annicchiarico, l’Ausl avrebbe già presentato al Comune per la sua approvazione.

 

Entrambi i quotidiani, il Carlino in apertura, riferiscono dell’iniziativa convocata in piazza dai Verdi per richiamare l’attenzione sulla sostituzione delle adduttrici in amianto dell’acquedotto: un’opera, hanno tenuto a sottolineare, che era parte del programma elettorale della maggioranza e che dovrebbe prendere il via dal prossimo gennaio.  

1261 visualizzazioni