Sui giornali di oggi. Vandali al Balsamico Village. Ennesima spaccata di finestrino

Sui giornali di oggi. Vandali al Balsamico Village. Ennesima spaccata di finestrino

Due fatti di “nera” aprono oggi la pagina locale di Carlino e Gazzetta. Il più insolito, su quale si sofferma il Carlino, è l’atto vandalico subito nella notte di martedì dal Balsamico Village degli Acetifici italiani De Nigris, in località Santa Croce. 

Stando alle cronache parrebbe trattarsi di una irruzione di balordi che, penetrati nel negozio vetrina che ospita i visitatori del villaggio, si sono portati via l’incasso di circa trecento euro e, forse insoddisfatti del magro bottino, hanno preso a rovistare dappertutto, consumando anche una merenda notturna con gli alimenti conservati nel negozio. Senza peraltro portar via nessuna delle bottiglie di aceto balsamico in vendita. Il fatto è avvenuto a pochi giorni dalla visita del ministro del lavoro, Giuliano Poletti, in programma lunedì alle 11: ma non dovrebbero esserci nessi tra i due eventi.

 

 

Il fatto è riportato di taglio basso anche dalla Gazzetta che preferisce però aprire con una nuova spaccata di finestrino d’auto – la terza nel giro di una settimana – che ha avuto questa volta come vittima la titolare di un bar di via Remesina. Come di consueto, qualcuno ha aspettato che la donna, verso le 20 di lunedì, uscisse dal locale, entrasse in auto e appoggiasse sul sedile la borsa con l’incasso della giornata, per colpire violentemente e mandare in frantumi il vetro e arraffare la borsa, fuggendo poi a bordo di una Megan con la targa coperta da un telo. Non c’è controllo di vicinato che tenga, in casi come questo: serve soprattutto la prudenza e molta attenzione.

 

Solo la Gazzetta, di spalla, dà la notizia che anche il Comune di Carpi aderisce a Mo.ssa (acronimo di Mobilità sistematica sostenibile aziendale), una iniziativa dell’Agenzia per la mobilità (Amo) partita a livello provinciale e che, con il supporto di tutte le associazioni imprenditoriali di categoria, della Camera di Commercio, di Legambiente e di Fiab, la Federazione degli amici della bicicletta, ha in programma azioni dirette a incentivare l’uso del mezzo pubblico o della bicicletta o il car pooling per la formazione di equipaggi con più persone sulla stessa auto. L’obiettivo è quello di disincentivare il fenomeno una vettura-un conducente per recarsi sui luoghi di lavoro.

394 visualizzazioni