Organismo in salute e aiuto indispensabile per i servizi ai più fragili

Volontari - Open Day alla Croce Rossa

Organismo in salute e aiuto indispensabile per i servizi ai più fragili

CARPI – Open day bagnato ma non fortunato per la Croce Rossa di Carpi. Domenica scorsa, l'iniziativa a “porte aperte” organizzata dal Comitato carpigiano della Croce Rossa presso la sede di via Guastalla non è stata benedetta dal bel tempo e la pioggia ha guastato la festa e non ha reso il dovuto onore al lavoro svolto dai volontari Cri nei giorni antecedenti.

Peccato perché l'Open day Cri avrebbe veramente meritato di più. Ciò nonostante i volontari della benemerita associazione di volontariato non si sono scoraggiati: nel corso della giornata, a turno, gran parte dei 380 soci del Comitato Cri di Carpi si sono alternati presso la sede per tenere aperti gli stand allestiti per l'occasione, mettendo a disposizione dei visitatori materiale informativo e illustrando i vari aspetti della attività che la Croce Rossa svolge a Carpi, Campogalliano e Novi: dal servizio di supporto al 118 del Pronto Soccorso dell'ospedale Ramazzni, al servizio “Pronto Farmaco” che consente a chi ne abbia la necessità e ne sia materialmente impedito (gli anziani a vita sola, per esempio, o imalati temporaneamente non autosufficienti) di ottenere la consegna a domicilio delle medicine necessarie, oppure il servizio di distribuzione di generi alimentari o di vestiario a famiglie in difficoltà.

«Oggi – precisa Fabrizio Fantini, commissario straordinario della Cri carpigiana – possiamo contare complessivamente su 380 volontari distribuiti nelle tre sedi, quella principale di Carpi e quelle distaccate di Campogalliano e di Novi. I nostri automezzi compiono ogni anno più di 250 mila chilometri; disponiamo di nove autoambulanze, tre pulmini attrezzati per il trasporto di persone non autosufficienti, cinque autovetture di servizio e tre camion con attrezzature di pronto intervento per la protezione civile».

Il mandato di Fantini, resosi necessario dopo le dimissioni del presidente in carica Massimo Re, scadrà a settembre. «Probabilmente a luglio, tuttavia – assicura il Commissario che è anche componente del comitato di coordinamento provinciale della Croce Rossa – indirò le nuove elezioni per dare al Comitato Cri di Carpi un nuovo consiglio direttivo ed un nuovo presidente»,

f.s.

 

176 visualizzazioni