La storia del punk in Biblioteca

Un ciclo di incontri per approfondire

La storia del punk in Biblioteca

La Biblioteca Multimediale Loria di Carpi promuove, dal 16 marzo, una rassegna di incontri d’approfondimento, musica e cinema intitolata Hey! Ho! Let’s go! - 40 anni di punk in Italia

Le prime tre serate verranno curate e condotte da Stefano Gilardino, scrittore e autore de La storia del punk (Hoepli, 2017), libro che ripercorre quarant’anni di storia e mutazioni del genere. Gilardino, nel corso degli incontri percorrerà le tracce dell’evoluzione di uno stile musicale, nato come semplice tentativo di emulazione e trasformatosi in breve nel protagonista di una ricca scena nazionale e, in seguito, di un movimento molto apprezzato anche all’estero.

 

E tratterà anche del nostro paese, che mentre a Londra e New York i Ramones (il cui ‘grido di battaglia’ è proprio quello che dà il titolo all’iniziativa) tracciano la via di quello che diventerà universalmente conosciuto come punk rock aprirà le porte al punk con un ritardo di qualche mese nell’ottobre del 1977: grazie ad un servizio televisivo, opera di Raffaele Andreassi, che va in onda su Raidue all’interno della trasmissione Odeon-Tutto quanto fa spettacolo e racconta la nuova incredibile moda di Londra. Il punk entra così per la prima volta nelle case degli italiani, per scoppiare definitivamente nel 1978.

Il primo incontro (ore 21, presso la biblioteca) si concentrerà sull'approdo del punk in Italia alla fine del 1977 e la sua radicalizzazione nei primi anni Ottanta. Ospite della serata sarà Massimo Zamboni, chitarrista e fondatore dei CCCP-Fedeli Alla Linea (poi CSI, oltre che scrittore), il cui apporto alla scena indipendente italiana, ma anche locale, è fondamentale. Nati e cresciuti all’interno di una dinamica totalmente do-it-yourself, i CCCP-Fedeli Alla Linea se ne distaccano ben presto, firmando per una major della discografia. La loro importanza capitale è ben visibile ancora oggi, anche grazie al nuovo spettacolo di Zamboni che, in qualche modo, ne preserva la memoria, e si intitola I Soviet + L’elettricità – Cento anni di rivoluzione russa. Ingresso libero. 

Info 059 649950-9383; www.bibliotecaloria.it

415 visualizzazioni