Campagna anti ratti. Una dichiarazione dell'assessore Tosi

Campagna anti ratti. Una dichiarazione dell'assessore Tosi

A proposito della campagna Ratsbuster avviata dal Comune per prevenire la moltiplicazione dei ratti, l'assessore Simone Tosi ha diramato la nota stampa che segue:

«La campagna sta funzionando. Volevamo che si discutesse del problema, e delle soluzioni al problema, e questo sta succedendo. Non si tratta solo di dire che il Comune fa la derattizzazione e di far sapere dove rivolgersi se si avvistano topi e ratti… si tratta di far cambiare delle cattive abitudini che favoriscono la proliferazione degli ospiti indesiderati (almeno ai più). Si tratta di incidere sui comportamenti delle persone e cambiarli, cosa sempre difficile, e allora c’era bisogno che di questo problema si parlasse, c’era bisogno che i cittadini conoscessero quali sono le cause dell’incremento delle colonie di ratti e topi. Avevamo messo in conto che a qualcuno non piacesse l’immagine scelta o che altri non condividessero il messaggio… ma avendo ricevuto molte segnalazioni sull’aumento di colonie, riteniamo che siano molti di più i cittadini che preferiscono salvaguardare la salute propria e dei propri figli di quelli che, legittimamente, preferiscono proteggere topi, zanzare, nutrie, ecc: Precisiamo infine solo una inesattezza apparsa nelle dichiarazioni riportate dalla stampa: in nessuna parte dei nostri materiali informativi si incita a ‘spargere veleno in modo indiscriminato’…al contrario si segnalano i numeri da chiamare per avvistamenti in luoghi pubblici e si raccomanda di rivolgersi a ditte specializzate per presenze in luoghi privati (dove il Comune non può intervenire). Una campagna dunque, come la stessa stampa ha riconosciuto, di buon senso».

966 visualizzazioni