Carpi oggi sui giornali. Sicurezza: Barbi (Forza Italia) asseconda la psicosi e il Sindaco lo segue. La vertenza Lcp. La nuova stagione teatrale

Carpi oggi sui giornali. Sicurezza: Barbi (Forza Italia) asseconda la psicosi e il Sindaco lo segue. La vertenza Lcp. La nuova stagione teatrale

Come far diventare psicosi, a scopo esclusivamente politico, episodi scollegati l'uno dall'altro, spiegabili per lo più con il largo uso di stupefacenti e avvenuti dopo mesi quasi del tutto privi di notizie di "nera”. Se ne fa carico Forza Italia, con la raccolta firme promossa fra i cittadini dal suo capogruppo in Consiglio, Massimo Barbi, e adeguata risonanza nell'apertura del Carlino di oggi. 

Da dove prende spunto la nuova psicosi? Il quotidiano unisce la tentata rapina al McDonald's e lo scippo subito da un'anziana signora, protagonisti molto probabilmente due sotto l'effetto di stupefacenti, con il furto di tre trattori alla Lovol Arbos, di tutt'altra natura e forse ascrivibile, come lasciano intendere gli inquirenti, a organizzazioni che smerciano poi le macchine nei paesi dell'Est Europa. Ieri la Gazzetta metteva nel mucchio anche l'aggressione violenta subita da due coniugi dopo un diverbio stradale: ma anche in quel caso si trattava con ogni probabilità di persone sotto effetto di droghe.

 

Fermo restando che gli organici di Polizia di Stato e Municipale sono perennemente sotto dimensionati e che si può sempre fare di più, è certamente molto difficile prevenire episodi dovuti a follie individuali, per le quali il vero antidoto sarebbe colpire il cospicuo arrivo di cocaina sulla piazza di Carpi. E il Sindaco, come riporta sempre il Carlino, sembra voler seguire sul loro terreno i fomentatori di psicosi, assicurando il posizionamento di 160 nuove videocamere e l'assunzione di sette nuovi agenti. Il che non guasta, certamente, ma dal primo cittadino sarebbe lecito attendersi anche un po' d'acqua sul fuoco e un contributo a collocare i singoli fatti nella giusta luce.

 

La Gazzetta, dal canto suo, apre ritornando sull'episodio riferito ieri della tentata rapina al McDonald's per dare spazio alle dichiarazioni del giovane di origine algerina che per primo ha disarmato l'aggressore del cutter con il quale stava minacciando la commessa. Il giovane ne trae spunto per un manifesto sull'integrazione, sottolineando come sbagli chi non riesce a distinguere fra gli stranieri: “Siamo come tutti gli altri – dice –: tra noi ci sono sia cattivi che buoni”.

 

Di spalla entrambi i quotidiani riportano la notizia dei 37 lavoratori della società Lcp che aveva in appalto lavori alla Opas (ex Italcarni) di Migliarina e che rischiano il posto dopo l'arresto ai domiciliari dell'amministratore della loro società a causa di una frode fiscale di 300 milioni. Il loro capo cantiere ha comunicato che avrebbero dovuto presentare tutti le dimissioni per irreperibilità dell'amministratore. Nel frattempo l'appalto è stato affidato a un'altra società che ha riassunto i lavoratori, riservandosi però il periodo di prova di 90 giorni, durante i quali possono essere licenziati anche senza una giusta causa. Della loro sorte si sta occupando la Cgil.

 

A fondo pagina Carlino e Gazzetta riferiscono della presentazione del Cartellone teatrale 2018/2019 avvenuta ieri e sul quale il lettore potrà trovare ampia informazione sulla pagine di Vo

1128 visualizzazioni