Le critiche di Liberi e Uguali al taglio nelle erogazioni della Fondazione

Le critiche di Liberi e Uguali al taglio nelle erogazioni della Fondazione

«E così i signori della Fondazione ci fanno sapere che hanno deciso di “fare un drastico taglio delle risorse erogate a Carpi, Soliera e Novi… per farne un accantonamento”»: si inizia così un polemico comunicfato con il quale Liberi e Uguali (LeU) cirica la decisione degli organismi di vertice della Fondazione Cassa Carpi di tagliare un milione di euro dalle erogazioni al territorio.  LeU desume anche che il taglio graverà soprattutto sui più deboli, cioè sulle risorse per la salute pubblica. 

Per cui il comunicato così prosegue:
«Siamo stupiti, amareggiati e non condividiamo per niente queste scelte. Il Presidente della Fondazione dice di tagliare per “costituire una riserva per gli anni bui” e allora ci chiediamo quali anni bui, più bui di questi? Nell’attuale crisi, in cui tante famiglie rinunciano addirittura alle cure per non indebitarsi perché si taglia sulla salute pubblica? È un invito a fare maggior uso delle strutture private per curarsi?»
 

La nota conclude chiamando in causa i consiglieri dell'ente di nomina delle amministrazioni comunali: «Il presidente della Fondazione ha infine affermato che questo drastico taglio, che inciderà su tutti noi, è stato condiviso sia dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione sia da quello di Indirizzo ed allora chiediamo alle Amministrazioni Comunali cosa ne pensino. Chiediamo come abbiano votato i consiglieri indicati dai Comuni di Carpi, Soliera e Novi. Anch’essi concordano col taglio di queste incredibili dimensioni e con questi criteri? La Fondazione è una istituzione privata ma ha una funzione pubblica, gestisce risorse che devono essere devolute all’interesse pubblico, di tutti noi. Ed allora è non solo lecito ma necessario interessarsi e capire».

308 visualizzazioni